Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'azienda ha riconvertito la linea dei cosmetici

ECCO IL GEL IGIENIZZANTE PER MANI "MADE IN TREVISO"

Lo produrrà la Labomar di Istrana


ISTRANA - Indispensabili, ma introvabili. E così i gel disinfettanti per le mani, presidio irrinunciabile per evitare la diffusione del contagio da Covid-19, sono ora prodotti anche da Labomar, che in tempi record ha adattato i macchinari della nuova linea di cosmetici e ha avviato la produzione della soluzione a base alcolica in due settimane.
"Una produzione che non era nei nostri piani - ha commentato Walter Bertin, fondatore e amministratore delegaro di Labomar, l’azienda del trevigiano che produce integratori alimentari, dispositivi medici e, dallo scorso anno, cosmetici - Ma riteniamo che chiunque abbia la possibilità di farlo sia tenuto a mettere la propria struttura produttiva al servizio del bene comune, anche se questo vuol dire modificare la propria strategia. Apparteniamo alla filiera farmaceutica, e siamo tra le aziende che continuano a lavorare a pieno regime. Per garantire la sicurezza dei nostri collaboratori abbiamo innalzato ulteriormente i nostri livelli di sicurezza e vista la carenza di gel disinfettante, un prodotto semplice ma purtroppo quasi introvabile, abbiamo deciso di realizzarlo noi. Ce lo chiedevano in tanti e lo abbiamo sentito come un dovere, per preservare la salute di tutti".
I flaconcini da 50 ml (a cui presto si aggiungeranno anche quelli da 80 ml e 300 ml) saranno donati alle istituzioni locali e distribuiti attraverso la farmacia “di famiglia”, la farmacia Bertin di Istrana. Gli ordini su larga scala, sopra i 2.000 pezzi, saranno gestiti direttamente da Labomar con distribuzione in tutta Italia. La linea, che sarà operativa fino a quando continuerà l’emergenza Coronavirus, può produrre fino a 80 mila pezzi a settimana.