Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"L'autocertificazione non permette di uscire senza motivo"

CORSE E PASSEGGIATE AL PARCO, OTTO MULTATI A TREVISO

La Polizia locale li ha sorpresi lontano da casa


TREVISO - La Polizia Locale ha intercettato ieri pomeriggio otto persone intente a correre o a passeggiare nel Parco dello Storga. Gli agenti in mountain-bike hanno così sanzionato con 400 euro di multa ciascuno dei soggetti che, in palese violazione delle attuali norme, stavano facendo attività fisica e motoria lontani da casa.
"In questi ultimi quattro giorni abbiamo registrato un aumento dei movimenti in città non giustificati - afferma il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo - In soli quattro giorni sono state elevate 13 sanzioni, a fronte delle pochissime staccate la settimana scorsa". "È un segnale preoccupante - prosegue il dirigente - Tant'è che sono stati potenziati i controlli anche in borghese, mentre anche pattuglie della Protezione Civile circoleranno in città segnalando alla centrale operativa del Comando eventuali situazioni irregolari".
L'invito pertanto è di rimanere a casa, mentre le uscite devono essere un'eccezione e motivata da comprovate necessità. Anche sulle autocertificazioni i controlli sono serrati: "Non deve passare il messaggio che basta un’autocertificazione per uscire di casa. Alcune autodichiarazioni che abbiamo raccolto risultano essere poco credibili e con tutta probabilità scatteranno alcune denunce per false attestazioni". Il messaggio che proviene dal Comando è chiaro: qualora il numero di violazioni non dovesse diminuire saranno messe in campo tutte le dotazioni tecnologiche, in particolare la videosorveglianza ed i lettori targhe per intercettare i veicoli che compiono più di uno spostamento al giorno. E per questi conducenti potranno scattare accertamenti d'ufficio.