Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La replica dei promotori: "Non siamo contro la categoria, ma è difesa per i clienti"

I DETTAGLIANTI DELL'ORTOFRUTTA: "INACCETTABILI LI STRUMENTALIZZAZIONI DEGLI SCONTRINI"

I commercianti contro le pagine social "anti-rincari"


TREVISO - "Mentre noi dettaglianti siamo aperti per garantire i beni essenziali, facciamo di tutto per rispettare le norme di prevenzione sanitaria, aumentiamo i nostri orari di apertura, assicuriamo i dipendenti, garantiamo consegne a domicilio, c’è qualcuno che non ha capito come si fa la spesa e che si diverte a strumentalizzare gli scontrini seminando il panico in un momento di tensione sociale come questo". A parlare è Renzo Ghedin, presidente del mandamento Ascom di Treviso, referente del gruppo ortofrutta: “Respingiamo con forza ogni accusa di rincari, anzi, scriveremo alle forze dell’Ordine che siamo pienamente disponibili a collaborare. La foto dello scontrino “generico” criminalizza una categoria e semina panico inutile, quando ora è necessario generare fiducia e non incentivare complotti inesistenti. Sui prezzi bisogna capirsi: la frutta e la verdura dipendono dall’agricoltura, soggetta alle normalissime oscillazioni climatiche ed ai trasporti, in questo periodo sottoposti a restrizioni e limitazioni. Di ogni prodotto esistono varie qualità, diverse provenienze e pezzature, con prezzi totalmente diversi e di questo lo scontrino non rende contezza. Per una varietà che aumenta ce n’è sempre un’altra che ribassa e per questo motivo riteniamo totalmente infondate le accuse generiche di rincari. Bisogna vedere cosa, dove, quale varietà, che pezzatura: di questo dovrebbero preoccuparsi i consumatori, non di fotografare scontrini. Alcuni esempi? Parliamo di arance: oggi le tarocco, a fine stagione, di grande pezzatura, sono molto care perché vengono dalla Sicilia (sui 3 euro), ma basta comprare le navel a meno di 2 euro e la spremuta è assicurata. Asparagi: col freddo della settimana scorsa i nostrani verdi sono aumentati, ma nei nostri negozi puoi trovarne altre qualità, anche provenienti dalla Grecia, ottimi ed a prezzi inferiori. Questo non vuol dire che ci sono rincari, vuol dire che ci sono le normale oscillazioni del mercato, che bisogna saper distinguere le pezzature e saper fare la spesa. Le fragole costano, tutte, ad esempio, meno dello scorso anno, ma nessuno ne parla. Basta comprare l’insalata, oggi ai prezzi minimi, e non ostinarsi a comprare il radicchio, giunto alla fine della stagione e quindi ad alto prezzo”.
Stessa posizione anche nel Coneglianese, dove Renzo Sbeghen, fiduciario Ascom di Susegana con negozio di ortofrutta, conferma: “I prezzi di quest’anno sono migliori di quelli della primavera scorsa (flagellata dal maltempo), ma nessuno si è preso la briga di fare questo confronto. Nei nostri negozi ci sono varie qualità e provenienze, bisogna chiedere e saper fare la spesa diversificando le scelte e orientandosi sia sulla stagionalità, che sulla provenienza. Pur di accontentare i nostri clienti erodiamo i margini, non guardiamo agli orari, facciamo credito, serviamo gli anziani”.

LA REPLICA: "NON VOGLIAMO ATTACCARE LA CATEGORIA, MA DARE STRUMENTI DI DIFESA AI CITTADINI"
"E' abbastanza ovvio che il rappresentante della categoria difende la categoria - replica Enrico Renosto, referente dell'associazione Quartieri Vivi e Attivi, che ha promosso una pasgina Facebook dove postare foto degli scontrini per tenere monitorati i prezzi - Evidentemente non ha capito che il nostro scopo non è attaccare la categoria, bensì cercare di fare in modo che i cittadini - clienti, abbiano uno strumento in più per difendersi da quei commercianti che attuano rincari ingiustificati e salvaguardando così allo stesso tempo la stessa categoria dei commercianti. Invece di criticarmi dovrebbe darci un premio".