Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Provvedimento valido da oggi e fino al 13 aprile

A TREVISO OBBLIGO DI MASCHERINE ANCHE PER STRADA

Lo stabilisce un'ordinanza del sindaco Mario Conte


TREVISO - Obbligo di utilizzare la mascherina e dispositivi di protezione individuale (o analoghi sistemi che abbiano le stesse finalità) per chiunque si trovi in area pubblica o ad uso pubblico in modo che questi coprano in modo aderente naso e bocca.  Lo dispone un'ordinanza del sindaco di Treviso, Mario Conte.
La stessa prescrizione è valida, da oggi e fino al 13 aprile, anche per coloro che effettuano attività motoria e passeggiate nel rispetto delle norme imposte dalla recente ordinanza regionale.
L’utilizzo della mascherina e dei guanti sarà richiesto anche per il personale di attività commerciali che manipola alimenti e si trova a contatto con il pubblico. In caso di violazione, salvo che il fatto non costituisca reato, ci sarà una sanzione dai 25 ai 500 euro.
«Chiedo ai trevigiani uno sforzo in più per limitare ulteriormente le possibilità di contagio - spiega il sindaco - L’invito è sempre quello di restare a casa ma da oggi l’utilizzo della mascherina o dispositivi simili sarà obbligatorio sia per uscire a fare la spesa sia per sgranchirsi le gambe nelle aree pubbliche. Per uscire da questa situazione è necessario utilizzare tutte le misure precauzionali possibili. Sono certo che i cittadini, che già si stanno comportando correttamente, capiranno e rispetteranno le regole».