Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Solidarietà anche dai più piccoli

LARA 6 ANNI, DONA IL SUO SALVADANAIO ALLA PROTEZIONE CIVILE

La bambina di origini marocchine ha scritto un messaggio di speranza sulla bandiera tricolore


TREVISO - Lara ha 6 anni e vive a Fossalta di Piave, in provincia di Venezia, con la sua famiglia. Ha due fratelli più grandi di lei e il papà e la mamma di origini marocchine lavorano Italia da 32 anni. Entrambi sono operatori socio-sanitari al Centro Servizi “Villa delle Magnolie” di Monastier nel trevigiano. In quel luogo dove spesso prima dell'emergenza Lara andava a trovare i suoi "nonnini", così li chiama con affetto da sempre, ha fatto portare attraverso i genitori un dono speciale: il disegno di una bandiera tricolore, il suo Paese.
Un poster che non è solo la dimostrazione della solidarietà tra popoli ma in questo particolare momento vuole essere un messaggio di speranza, di voglia di tornare quanto prima alla normalità a costo anche di sacrifici.
I sacrifici dei bambini.
I sacrifici di tutti.
“Papà rinuncia ad un caffè, alle sigarette e di andare dal barbiere e li dona alla Protezione Civile – scrive Lara in stampatello sopra il tricolore- io rinuncio alle caramelle ai giochi, alle figurine e dono il mio salvadanaio perché voglio abbracciare e tornare a scuola, giocare con i miei amici, andare al mare e fare visite ai miei nonni. Fatelo anche voi.”
Vicino al tricolore, che è stato posto nella piazza coperta del Centro Servizi dove sono soliti ritrovarsi i suoi “nonnini” - ha fatto portare anche il barattolo in latta dove raccoglie i suoi piccoli risparmi.
Lei e il suo papà ogni giorno lo riempiono con quello che risparmiano. Anche loro fanno dei piccoli sacrifici in attesa che torni quell’arcobaleno che Lara ha dipinto sul suo prezioso salvadanaio assieme alla scritta “Andrà tutto bene”.