Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il parlamentare trevigiano dopo il decreto Liquidità

"PROVVEDIMENTO NECESSARIO, ORA ZERO BUROCRAZIA"

Baratto chiede di velocizzare l'erogazione alle imprese


ROMA - Un intervento poderoso come è stato definito dallo stesso Presidente del Consiglio, volto a mobilitare oltre 400 miliardi di euro di garanzie per assicurare alle imprese in asfissia dopo settimane di chiusura, il denaro per ripartire.

“si tratta di un intervento atteso e mi spingo a dire dovuto” afferma Baratto “le cifre non mi meravigliano sono del tutto in linea con gli interventi cui gli altri paesi hanno già provveduto e con la situazione drammatica che il nostro sistema economico sta attraversando.”

“Va ricordato” spiega Baratto “che gli studi più recenti prevedono un rallentamento del PiL a doppia cifra, con perdite potenzialmente letali per migliaia di aziende. L’intervento del Governo dunque va nella giusta direzione ma dalle parole bisogna passare ai fatti” ammonisce il parlamentare membro della Commissione Finanze “è essenziale che la liquidità arrivi nel giro di pochissimi giorni dalla richiesta senza gli intoppi burocratici a cui siamo tragicamente abituati in questo paese.”

“La burocrazia in questo caso rischia di essere letale per il futuro di migliaia di Piccole e medie imprese. In questo contesto le banche” riflette Baratto “debbono impegnarsi a limitare al minimo gli adempimenti. Vigileremo su questo nelle prossime settimane e proporremo di sanzionare gli istituti che ritardano inutilmente le pratiche.”

Infine una nota critica: “Sorprende che a differenza di altri paesi, non si siano previsti anche dei contributi a fondo perduto, anche se di limitata entità. Per professionisti e piccole realtà l’indebitamento rimane comunque una strada ardua".