Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Solo ieri 13 vittime nel Trevigiano

NELLA MARCA 153 I DECEDUTI DALL'INIZIO DELL'EPIDEMIA

Tra i deceduti Franco Gava e Renzo Dussin. Filippini in terapia intensiva


TREVISO - Sono 13 le vittime del coronavirus sella giornata di ieri nella Marca: 12 nel Trevigiano e un asolano, Renzo Dussin, è morto a Cittadella. Mai così tante in un solo giorno. Si arriva a 153 morti dall'inizio della pandemia nella provincia di Treviso.
Dussin era stato per anni delegato comunale della Coldiretti, presidente dell'Action Volley, e poi era sempre impegnato nel Calcio Asolo e nella Fiera di Casella. Conosciuto da tutti nell'asolano, le ultime energie le aveva dedicate al restauro della chiesetta di San Rocco, nel crocevia di casella d'asolo. 
Tra i deceduti c'è anche l'arbitro e ferrarista Franco Gava, che dopo una lotta di un mese contro il virus, non ce l'ha fatta. Aveva 73 anni, era originario di Codognè ma abitava a San Vendemiano. Da giovane era stato arbitro in serie B, e da 4 anni era presidente del Ferrari Club del Piave. Inoltre Gava con la scuderia era partner dell'Expo di Conegliano.
Il virus colpisce soprattutto nelle case di riposo: ad oggi nella Marca sono 66 gli anziani deceduti in ospizio. 
E poi c'è Arturo Filippini, ideatore del marchio Toulà e storico ristoratore trevigiano di "Alfredo", che sta invece lottando contro la morte. Si trova in terapia intensiva al Ca' Foncello di Treviso, e assieme ai medici, combatte contro questo maledetto virus. Forza Arturo!