Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

A rispondere ai quesiti, il segretario generale Tiozzo e il vice D'Eredità

OLTRE 70 IMPRESE COLLEGATE ALLA TELE-RIUNIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO

Molte domande su filiere, codici Ateco, attività consentite


TREVISO - Il commento più bello è stato: “grazie siete stati utilissimi”. "Ne siamo davvero lieti", rispondono il segretario fenerale Romano Tiozzo e il vicesegretario Marco d’Eredità alle 70 imprese collegate al tele-convegno via web  della Camera di Commercio in diretta.
Alla riunione é intervenuto anche il presidente Mario Pozza, che ha assicurato alle imprese l’impegno della Camera di Commercio e della sua attività di sollecitazione per il supporto alle imprese.
Nel corso del "webinar" sono state molte le domande rivolte, con focus sui codici Ateco, sulle filiere che vedono inserite le produzioni trevigiane e bellunesi, sia in Italia che all’estero. Per esempio, oggi, è emerso un quesito di filiera con aziende della Germania, che evidenzia la propensione all'export di Treviso e Belluno. Sono seguite domande sulla filiera dell'energia, sulle attività dei giardinieri, degli arrotini, dei lattonieri, sulle commercializzazione degli accessori auto, vendita e installazione serramenti, distributori automatici, produzione furgoni, agenti immobiliari, problematiche sui traslochi.
Tiozzo ha sottolineato come, in questa emergenza, sia emersa l’importanza del codice Ateco. Pertanto ha sollecitato le aziende a mantenerli sempre aggiornati in caso di eventuale cambio attività o conversione dell’attività.
Nel corso dell'appuntamento D'eredità e Tiozzo hanno risposto anche sul tema della riconversione delle produzioni, per esempio per la produzione di presidi medici e mascherine di aziende che, come attività primaria, hanno diversa attività. Si è svolto inoltre un positivo confronto in diretta con i direttori delle associazioni di categoria di Treviso e Belluno.