Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Allo studio la possibilitą di trasformare il vino

I DISTILLATORI DI TREVISO E PADOVA PRONTI A PRODURRE ALCOOL DISINFETTANTE

Bottega (Assindustria): "Risposta alle esigenze del momento"


TREVISO/PADOVA - L’emergenza Covid 19 ha fatto crescere la domanda di alcool, efficace nei processi di disinfezione, e gli imprenditori del settore distillazione si mettono a disposizione per aumentare la produzione di questo prodotto.
Stefano Bottega, vicepresidente del Gruppo Vinicolo di Assindustria Venetocentro Imprenditori Padova e Treviso con delega ai distillati, ha riscontrato nelle due province la disponibilità dei distillatori a convertire gli impianti per la produzione di alcool o a mettere a disposizione dei consumatori l’alcool imbottigliato normalmente impiegato per la produzione dei liquori. “Di fatto – spiega Bottega - occorre adattare le realtà produttive alle esigenze del momento, senza preclusioni concettuali, nell’interesse in primo luogo dei cittadini, che hanno difficoltà a reperire alcool per igienizzare mani, ambienti e cibi, e in seconda battuta delle imprese, che avrebbero la possibilità di far lavorare i propri impianti e creare reddito per i propri collaboratori e fornitori”.
L’Agenzia delle Dogane con nota dello scorso 19 marzo 2020 ha messo in atto misure urgenti per la semplificazione dei provvedimenti e delle autorizzazioni volte alla produzione di alcool denaturato. “Ringrazio l’Agenzia delle Dogane per la presa di posizione e per la sensibilità dimostrata – dichiara Bottega - , e occorre chiarire bene come diventino operative tali semplificazioni, in particolare relativamente ai sigilli e all’obbligo di presenza nelle aziende dei funzionari della stessa Agenzia durante la produzione e la movimentazione dell’alcool. Si tratterebbe di una misura straordinaria, circoscritta a questo periodo e volta a limitare l’applicazione dei sigilli ai soli misuratori del Buongusto, escludendo gli impianti di distillazione, disalcolazione e stoccaggio delle flemme. Analogamente, l’alleggerimento della presenza fisica dei funzionari sarebbe limitata a questo periodo e non impedisce la necessaria attività di controllo attraverso i dati incrociati delle partite, che sono regolarmente trasmessi per via telematica. In questo modo si potrebbe operare più agilmente per andare incontro alle richieste del mercato”.
All’ordine del giorno anche la possibilità di utilizzare vino da trasformare in alcool. A questo proposito, gli imprenditori sollecitano la Ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, affinché risponda alla lettera di Assodistil per ricevere i contributi necessari, naturalmente limitati anche in questo caso al solo periodo d’emergenza.