Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Altrimenti si rischia il default generalizzato"

MANZATO: "IL GOVERNO GARANTISCA IL REDDITO DELLE IMPRESE AGRICOLE"

Il deputato trevigiano chiede di bussare alla Ue


TREVISO - "Le aziende agricole italiane hanno bisogno di una boccata di ossigeno. Il governo batta un colpo al portone dell'Ue e chieda la redistribuzione delle risorse europee non spese nel primo e secondo pilastro Pac per garantire loro la copertura totale del reddito perso per mancata produzione. Risorse che, peraltro, rischiano il disimpegno". Lo sottolinea il deputato trevigiano della Lega, Franco Manzato. "Ci sono aziende - continua Manzato, già sottosegretario all'Agricoltura - completamente ferme per il blocco della commercializzazione dei loro prodotti, come per esempio quelle florovivaistiche; altre che hanno dovuto direttamente distruggere i propri prodotti, essendo deperibili. Risultato: moltissime aziende agricole italiane hanno già visto andare in fumo gran parte del reddito annuale, se non addirittura tutto".
Per questo il parlamentare trevigiao sollecita un'azione più decisa da parte del governo in sede comunitaria: "Si faccia sentire come si deve chiedendo eventualmente anche di poter utilizzare almeno uno dei circa 48 miliardi previsti dalla prossima programmazione Pac 2021-2027. Le aziende agricole italiane vanno assolutamente compensate con contributi ingenti e in conto capitale rispetto al reddito già perso in tutto o in larga parte. Altrimenti sarà default".