Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sanzioni amministrative per 1.600 euro

PESCA ABUSIVA AL LIDO, SEQUESTRATE 160 NASSE

I controlli della Guardia Costiera di Venezia continuano anche con il Covid 19


VENEZIA - 160 nasse oltre ad ancore, gavitelli e materiale vario sequestrato a carico di un pescatore sportivo di frodo dalla Guardia Costiera di Venezia nei pressi del Lido. Sanzioni per € 1.600.
Gli uomini del Comando della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Venezia, nell’ambito dei routinari controlli in materia di pesca marittima hanno individuato nelle acque antistanti il Lido di Venezia, a pochi metri dalla costa, un pescatore non professionale che, privo delle necessarie autorizzazioni, svolgeva attività di pesca illegale utilizzando circa 180 nasse (attrezzi per la cattura delle seppie, che non sono consentiti per la pesca sportiva).
Questo materiale il cui valore è di circa 4.000 €, è stato recuperato e posto sotto sequestro. Al pescatore, che non era in grado di esibire alcun documento, né personale né dell’unità da diporto impiegata, ed in palese violazione anche delle attuali prescrizioni atte al contenimento del rischio epidemiologico, sono state fatte 3 sanzioni amministrative per un totale complessivo di € 1600.
L’attività di controllo in mare, che prosegue senza interruzione da parte degli uomini della Guardia Costiera durante la contingente emergenza sanitaria Covid-19, mira a tutelare anche tutte le imprese e gli armatori regolarmente autorizzati e rispettosi delle norme di settore che continuano a garantire, nonostante il periodo emergenziale, il regolare approvvigionamento dei prodotti della pesca.

Galleria fotograficaGalleria fotografica