Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sanzioni amministrative per 1.600 euro

PESCA ABUSIVA AL LIDO, SEQUESTRATE 160 NASSE

I controlli della Guardia Costiera di Venezia continuano anche con il Covid 19


VENEZIA - 160 nasse oltre ad ancore, gavitelli e materiale vario sequestrato a carico di un pescatore sportivo di frodo dalla Guardia Costiera di Venezia nei pressi del Lido. Sanzioni per € 1.600.
Gli uomini del Comando della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Venezia, nell’ambito dei routinari controlli in materia di pesca marittima hanno individuato nelle acque antistanti il Lido di Venezia, a pochi metri dalla costa, un pescatore non professionale che, privo delle necessarie autorizzazioni, svolgeva attività di pesca illegale utilizzando circa 180 nasse (attrezzi per la cattura delle seppie, che non sono consentiti per la pesca sportiva).
Questo materiale il cui valore è di circa 4.000 €, è stato recuperato e posto sotto sequestro. Al pescatore, che non era in grado di esibire alcun documento, né personale né dell’unità da diporto impiegata, ed in palese violazione anche delle attuali prescrizioni atte al contenimento del rischio epidemiologico, sono state fatte 3 sanzioni amministrative per un totale complessivo di € 1600.
L’attività di controllo in mare, che prosegue senza interruzione da parte degli uomini della Guardia Costiera durante la contingente emergenza sanitaria Covid-19, mira a tutelare anche tutte le imprese e gli armatori regolarmente autorizzati e rispettosi delle norme di settore che continuano a garantire, nonostante il periodo emergenziale, il regolare approvvigionamento dei prodotti della pesca.

Galleria fotograficaGalleria fotografica