Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'iniziativa di un gruppo di giovani imprenditori e dipendenti

SFIDA AL CORONAVIRUS: A MONFUMO UNA NUOVA PIZZERIA

In meno oltre 20 pizze gourmet a domicilio (per ora)


MONFUMO - L’inaugurazione era fissata ai primi di marzo, era un progetto coltivato da tempo per un piccolo paese come Monfumo e doveva essere una pizzeria tradizionale con 80 posti a sedere e 40 tipi di pizza, ma è diventata una pizzeria gourmet da asporto con una scelta di 20 pizze lievitate naturalmente per 48 ore, condimenti particolari e tanta fantasia. Ha aperto i battenti, in pieno lockdown, la pizzeria (al momento solo da asporto) “LaLo Pace” a Monfumo, e in questo primo periodo di attività sta registrando il tutto esaurito. Il locale è di Claudio Gazzola e di Giada Bergamin, che in quel nome ha voluto rendere omaggio al nonno, una sfida di coppia fatta crescere con la passione che non si è fermata neanche di fronte al decreto. Verdure dell’orto di casa, farine a km zero, lievitazioni lunghe, pizze reinventate ogni settimana, varietà, consegna gratuita nel comune, prezzi dai 4,50 ai 9 euro, staff giovane e tanta voglia di fare. Resiste, anche in tempi di coronavirus, lo spirito di impresa.
“Abbiamo aperto lo stesso - spiega Giada Bergamin, 34 anni, anima del locale - abbiamo assunto Marco, 24 anni, pizzaiolo, lavoriamo in 3, 4, a volte anche in 8 e ci dividiamo tra impasti, cotture e consegne a domicilio. Domenica scorsa abbiamo sfornato 135 pizze, è stata la serata migliore, non ci scoraggiamo e guardiamo avanti. Probabilmente gli 80 posti dopo questa fase dovranno diventare 40 per le regole sanitarie, ma andiamo avanti lo stesso, e vogliamo rendere un servizio nuovo al territorio”
Per Giada e Claudio la pizzeria è una nuova sfida, che segue a quella iniziata 11 anni fa con il ristorante l’Osteria La Chiesa (oggi chiuso per decreto), sempre a Monfumo, dove le abilità culinarie di Claudio, le tradizioni apprese nella cucina materna, passione e fantasia hanno già reso questo piccolo restante degno della Guida Michelin, che ne loda le caratteristiche citando “una cucina che parla di creatività ed innovazione. Con un imperdibile menu dedicato all’asino che caratterizza questo suggestivo angolo di Marca trevigiana”.