Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'idea del parroco don Carlo raccolta dal sindaco Perencin

COL SAN MARTINO COMMEMORA I DEFUNTI PER L'EPIDEMIA

Celebrazione in cimitero riservata ai parenti


FARRA DI SOLIGO - La vita continua, vale a cominciare da chi non c'è più: ecco in estrema sintesi il gesto di grande umanità nel giorno della Santa Pasqua, offerto dalla piccola cerimonia a Col San Martino, in ricordo dei defunti morti dall’inizio dell’epidemia. Un gesto partito da una semplice confidenza del parroco don Carlo Maccari, consapevole del momento, e raccolto in tutto il suo valore umano e di fede dal sindaco Mattia Perencin. Alla fine hanno deciso di raccogliersi in un momento di preghiera, rispettando distanze e limitando l'afflusso ai soli parenti e a pochi altri fedeli, casualmente davanti al cancello chiuso, per una preghiera ai loro cari.

Galleria fotograficaGalleria fotografica