Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Regole e buon senso per contenere i contagi

OBBLIGO DI MASCHERINA QUANDO SI ESCE

L'ordinanza di Zaia toglie il limite dei 200 metri per le passeggiate


TREVISO - Con la nuova ordinanza firmata ieri dal Governatore Luca Zaia, sono cambiate alcune cose. E’ stato tolto il limite dei 200 metri da casa per le passeggiate e corsette, ma si torna alle disposizioni che dicono che si può passeggiare in prossimità della propria abitazione. Quindi qualche metro in più, ma non i km. Guanti e mascherine obbligatori sempre, e ovviamente per andare al supermercato e in farmacia. Rimane la chiusura dei supermercati le domeniche e nei festivi. Gli accessi ai mercati all’aperto saranno controllati in modo che non si creino assembramenti di persone. Tra le novità vi è il divieto di uscire se si ha una temperatura superiore ai 37,5 gradi, e in caso contrario si può scendere sul penale. Le imprese che piano piano stanno riaprendo dovranno seguire i protocolli di sicurezza, igienizzare gli ambienti e misurare la febbre ai dipendenti o assicurarsi che non abbiano una temperatura sopra i 37,5.
Continuano le consegne a domicilio di bar, ristoranti, pizzerie, e tra le novità c’è l’apertura delle librerie due giorni a settimana, così come le cartolerie e i negozi di abbigliamento per bambini.
Con la nuova ordinanza è concessa la manutenzione delle aree verdi, delle spiagge e dei boschi, ed è possibile recarsi all’ecocentro per smaltire i rifiuti che non rientrano nella normale raccolta. Zaia ieri in conferenza stampa lo ha definito un “lockdown soft”: infatti in Veneto il 62% delle fabbriche sarà attivo già da oggi. L’emergenza non è finita e bisogna portare pazienza un altro po’.
Pic-nic del 25 aprile e e del 1° maggio, grigliate, pranzi e merende in giardino, sono permessi solo a casa propria e con la propria famiglia.