Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Consegne per un quintale di prodotto al giorno

I RIDER SALVANO LA PRODUZIONE DI ASPARAGI DOP

A Bassano del Grappa le consegne a domicilio in bici


VICENZA - Le famiglie di Bassano del Grappa hanno festeggiato la Pasquetta con il piatto tipico del giorno: uova ed asparagi, grazie ai ciclisti che fanno consegne a domicilio.
L’asparago di Bassano, che vanta la Denominazione di origine protetta, si può ricevere a domicilio grazie ad una ventina di ciclisti impegnati gratuitamente a turno in consegne nel raggio di 15 chilometri. Il progetto si chiama: “Pronto asparago by bike”.
Per ordinare gli asparagi bianchi di Bassano basta telefonare al numero 340.2280803 dal lunedì al venerdì, e in 24 ore i mazzi di asparagi saranno consegnati dai volontari rispettando le misure di sicurezza e le norme sanitarie.
“L’iniziativa è una delle tante modalità di distribuzione alternativa che testimonia la collaborazione tra agricoltori, amministrazioni locali e consumatori.
I dati danno ragione all’idea che registra consegne per un quintale di prodotto al giorno. Diversamente – commenta il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – sarebbe rimasto nei campi se si considera la difficoltà, in piena emergenza sanitaria, di reperire manodopera straniera e in assenza di voucher anche di quella italiana come cassaintegrati, studenti e pensionati”.
Si pensi che in tutto il territorio regionale sono circa 1600 gli ettari dedicati alla coltivazione del turione bianco e verde, 400 solo nell’area vicentina.