Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il fenomeno nel pomeriggio, con anche i primi temporali della stagione

BORA FINO A 90 KM ALL'ORA IERI SUL VENETO

Record in Marmolada, ma raffiche intense soprattutto in pianura


TREVISO - Nel primo pomeriggio di martedì 14 aprile il rapido transito sulle regioni di nord-est di un fronte freddo, associato ad una saccatura di aria fredda in quota proveniente dall’Europa nord-orientale, secondo quanto spiega l'Arpav, ha favorito alcuni fenomeni di instabilità atmosferica sulla regione. Dopo una mattinata caratterizzata da una progressiva diminuzione della nuvolosità, con un cielo che è divenuto in prevalenza limpido e sereno, dalle ore centrali della giornata il sopraggiungere dalle Alpi orientali del sistema frontale ha provocato il rapido sviluppo di nubi cumuliformi a partire dalle Prealpi, in rapida estensione verso la pedemontana e in successivo trasferimento nel corso del primo pomeriggio al resto della pianura. I fenomeni più significativi osservati sul territorio regionale hanno riguardato i venti e alcuni rovesci e temporali che hanno interessato, seppure per breve tempo, soprattutto le aree pianeggianti.
In concomitanza al passaggio del fronte si sono intensificati i venti di Bora su gran parte della pianura, divenendo, in particolare tra le 13 e le 16 circa, di intensità media da tesa (intorno ai 30-40 Km/h) a forte (oltre i 40 Km/h), con raffiche massime che in alcuni casi hanno raggiunto i 70-90 Km/h circa. Le raffiche più significative e frequenti si sono registrate in pianura, ma localmente hanno interessato anche alcune località montane sia in valle che in quota.