Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

162 TRAPIANTI DA GENNAIO AD APRILE IN VENETO

L'emergenza Covid-19 non ferma la macchina salvavita dei trapianti


TREVISO - La gravissima emergenza determinata dall'epidemia di Covid-19 non è riuscita a fermare la macchina salvavita del sistema trapianti del Veneto, un fiore all'occhiello della sanità regionale per la sua complessità organizzativa, per la difficoltà clinico-chirurgica, per il massiccio impiego di sanitari ad altissima preparazione, per la gestione di un'organizzazione ramificata, dal momento della donazione a quello del trapianto, che non ammette il benchè minimo errore, un'incertezza, meno che mai un ritardo.
E’ una realtà evidenziata oggi dal Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, affiancato come sempre dagli Assessori Manuela Lanzarin (Sanità) e Gianpaolo Bottacin (Protezione Civile), nel corso del consueto punto quotidiano sulla situazione legata all’emergenza Covid-19.
“Dal primo gennaio 2020 al 13 aprile scorso si è compiuto un piccolo, grande miracolo – ha rivelato Zaia - perchè i trapianti di organi e tessuti effettuati sono stati ben 162, a fronte dei 145 dello stesso periodo del 2019. Chiunque avrebbe scommesso in una forte riduzione, se non addirittura in un blocco. Invece no, questa straordinaria macchina organizzativa, clinica e chirurgica ha sfornato un record che rimarrà nella storia dell'epidemia Covid 19 2020. E così come non si sono fermati i trapianti, non si è fermato tutto il resto delle cure erogate negli ospedali, mentre l'equivalente di due grandi nosocomi assisteva quasi 2000 malati di coronavirus al giorno”.
Il settore, con una delibera approvata nell’ultima seduta di Giunta su proposta dell’assessore Lanzarin, è stato ulteriormente finanziato con 2 milioni 344 mila euro per l’attività 2020.

I DATI:
In totale sono stato effettuati 145 trapianti d’organo, di cui 19 da donatore vivente. Padova ha fatto 40 trapianti di rene, di cui 19 da donatore vivente, 2 di rene pediatrico, 25 di fegato, 12 di cuore, 4 di polmone. Verona ha registrato 29 trapianti di rene, 3 di cuore, 10 di fegato. Vicenza ha fatto 11 trapianti di rene. Altri 7 di rene eseguiti a Treviso, uno degli ospedali più colpiti da un grosso cluster di coronavirus.