Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Paura per le antenne 5 G

RESIDENTI IN PROTESTA FERMANO LE ANTENNE ILIAD

Gli abitanti del quartiere di Selvana hanno chiesto spiegazioni bloccando il cantiere


TREVISO - Ieri mattina sono cominciati i lavori di installazione di un’antenna Iliad in Viale Brigata Marche a Treviso, a un centinaio di metri dall’edicola di Selvana.
I cittadini avevano letto la notizia dal giornale e quando hanno visto gli operai all’opera, su un cantiere aperto da mesi, hanno preteso delle spiegazioni. Nel pannello del cantiere alla voce lavori di: è stato scritto “realizzazione stazione radio base”, committente e proprietà di Iliad Italia.
La preoccupazione e la critica mossa dagli abitanti del quartiere è che i lavori sono cominciati senza dare la notizia ai residenti, senza fornire informazioni a riguardo, e la paura è che venga installata un’antenna 5 G di dubbia pericolosità per la salute.
L’installazione prevede anche la rimozione di uno degli alberi del viale, inoltre potrebbe creare problemi di visibilità nell’uscita dallo stop, con conseguenti incidenti stradali. Ma il punto rimane la pericolosità di queste antenne per la salute, in un quartiere pieno di bambini. Pericolosità di cui ancora si sa ben poco.
Sentiamo la voce dei residenti, chiaramente contrari a queste nuove antenne.
Una protesta pacifica che definiremmo più che altro un dialogo: non più di una ventina di persone contemporaneamente, e tutte a distanza di sicurezza e con i dovuti dispositivi di sicurezza, hanno così fermato i lavori. Subito sono arrivate le forze dell’ordine che hanno chiesto i documenti ai cittadini presenti sul posto, invitandoli a rientrare in casa per evitare assembramenti, e facendo restare tre persone come referenti del quartiere.
Pare che per il momento i lavori restino fermi, ma seguirà sicuramente una riunione in Comune per capire come procedere, e se installare o meno l’antenna telefonica.
 

Galleria fotograficaGalleria fotografica