Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Andranno a favore delle famiglie in difficoltà economica

LA SOLIDARIETÀ DEI POLIZIOTTI TREVIGIANI PER IL BANCO ALIMENTARE

Donati cibo e generi di prima necessità


TREVISO - Questa mattina personale della Questura di Treviso ha consegnato al Banco Alimentare di Treviso, associato a Croce Rossa Italiana, con sede in via Sant’Artemio 12, numerosi generi alimentari e altri prodotti. Si tratta di una donazione voluta dai poliziotti a favore di persone che, soprattutto in questo difficile momento storico, versano in difficoltà economiche tali da non poter acquistare beni di prima necessità.
L’iniziativa, che intende dimostrare la vicinanza della Polizia di Stato alle categorie economicamente più fragili della cittadinanza trevigiana, nasce dall’appello che l'associazione aveva lanciato la settimana scorsa sui principali media locali, trovando subito seguito tra gli operatori della Questura trevigiani.

Galleria fotograficaGalleria fotografica