Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
SETTIMANA CON TANTI PROTAGONISTI ITALIANI, IN EUROPA E IN AMERICA

o Scottish Open, il Marathon LPGA Classic, il Challenge Tour, il Symetra Tour


Francesco Molinari, e altri sette azzurri sono a North Berwick, per il secondo torneo 2021 della Serie Rolex, l’Aberdeen Scottish Open.A far compagnia a Francesco ci sono Guido Migliozzi, Edoardo Molinari, Francesco Laporta, Renato Paratore, Nino Bertasio, Lorenzo Gagli e Andrea Pavan. Questi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione della Guardia di Finanza di Portogruaro

MASCHERINE DA 50 CENT A 5 EURO, TREVIGIANO DENUNCIATO

Sequestrate oltre 22 mila protezioni


TREVISO - La Guardia di Finanza di Portogruaro ha sequestrato oltre 22.000 mascherine prive delle certificazioni di idoneità e sicurezza. Le indagini sono partite da una segnalazione di una cittadina che denunciava l’alto costo, 5 euro, in un negozio mentre il prezzo di acquisto all'estero era di 50 cent.

Il fornitore del materiale è una società del Trevigiano che, a sua volta, si era rifornita da un’azienda intestata a un cinese con sede nella Marca. Dai controlli è emerso che il cinese aveva acquistato, per mezzo di una piattaforma di commercio online, una partita di mascherine di provenienza cinese provvedendo a distribuirle ad operatori economici tra cui l’azienda trevigiana, il cui rappresentante è stato denunciato.