Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Spiagge e rifugi si preparano alla stagione

ESTATE 2020: IN SPIAGGIA LE COLONNINE CHE MISURANO LA FEBBRE

Vacanze al mare gratuite per operatori sanitari e residenti


VENEZIA - Postazioni in spiaggia gratuite per i residenti, colonnine agli ingressi che misurano la febbre e disinfettano mani e piedi. Le vacanze sono ancora lontane, ma le spiagge venete si stanno preparando per questa estate più che mai particolare.
Gli operatori sanitari che in questi mesi hanno dato anima e corpo per la nostra salute, potranno usufruire di una settimana gratuita in campeggio o in appartamento. Agevolazioni per loro arriveranno anche negli hotel, con ombrellone gratuito e cene offerte, come segno di gratitudine e riconoscenza per il grande impegno dimostrato durante l’emergenza.
Nelle spiagge venete non ci saranno le barriere in plexiglas, ma è previsto un distanziamento dei posti in spiaggia in modo da rimanere distanti e protetti. Difficile immaginare come sarà l’estate 2020, certamente la maggior parte di noi rimarrà in Italia.
Nelle spiagge di Caorle le colonnine “Spray for life” misureranno la temperatura corporea con un termoscanner e nel frattempo disinfetteranno le nostre mani e i nostri piedi. Villaggi e campeggi di Cavallino apriranno le porte a tutti i medici ed infermieri d’Italia. Rilanciare e sostenere il turismo sarà una priorità per il nostro Paese, e per la riapertura dei rifugi in montagna, l’assessore regionale al turismo Federico Caner, ha già incontrato in videoconferenza gli operatori del settore. Incontro nel quale è stata ribadita la necessità che, per quanto riguarda l’intero sistema dell’ospitalità turistica, sia predisposto un unico protocollo sanitario nazionale.
Per l’assoluta tipicità dei rifugi alpini, dovranno essere individuati dei parametri che stabiliscano un regolamento quasi ‘sartoriale’ in modo che la loro attività sia economicamente gestibile, e che la sicurezza sia garantita per tutti: clienti, escursionisti, e gestori stessi.