Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 25 aprile pic-nic e barbecue in giardino

LA CAMPAGNA DIRETTAMENTE A CASA CON CAMPAGNA AMICA

25 cuochi contadini pronti a garantire il pranzo delivery


VICENZA - Quarantena sì, ma le maglie cominciano ad allargarsi, in vista del 4 maggio, data in cui il lockdown potrebbe concludersi, almeno per alcuni settori. In attesa di certezze, ciò che è invece sicuro è che domani, sabato 25 aprile i vicentini potranno fare picnic e barbecue nel giardino di casa.
Nel rispetto delle ordinanze, secondo le regole del buon vicinato, in base ai regolamenti condominiali in terrazza o sul balcone, negli spazi verdi di proprietà, naturalmente evitando gli assembramenti, sarà possibile ricreare l’atmosfera di una giornata all’aria aperta ai tempi del Coronavirus.
“Venticinque cuochi contadini degli agriturismi di Terranostra – Campagna Amica sono già al lavoro – spiega Riccardo Lotto, presidente provinciale di Terranostra – per preparare il tradizionale menù della gita fuori porta: grigliata mista, polenta e patate arrosto e, nell’agribag, frittate con erbette, asparagi e uova, porchetta ed il succulento spiedo”.
Il coronavirus ha segnato due settori importanti per l’economia agricola: l’agriturismo, che registra perdite a livello regionale per 30milioni di euro nei tre mesi clou della stagione e l’azzeramento dei bilanci delle imprese florovivaistiche, con la chiusura di garden e serre in piena concentrazione produttiva.
Il virus ha duramente provato il settore agrituristico, ma gli operatori hanno saputo riorganizzarsi, pensando alle consegne a domicilio. Così è stato nel periodo pasquale, in cui sono stati consegnati oltre 1500 pasti a domicilio nella provincia di Vicenza. “Un buon risultato, quello del periodo pasquale – aggiunge il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola – frutto del lavoro di oltre 70 cuochi contadini veneti, che hanno preparato 3500 pasti a km zero”.