Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accordo tra azienda e sindacati per il periodo di emergenza Covid

STIPENDIO PIENO A CHI È A CASA E BONUS A CHI TORNA IN FABBRICA

La Pe. Bo. di Silea decide di non richiedere la cig


SILEA - Niente cassa integrazione alle Costruzioni meccaniche Pe.Bo di Silea, che occupa 60 lavoratori. Nei giorni scorsi è stato firmato un accordo sindacale che prevede una riapertura graduale, nel rispetto del protocollo di sicurezza, fino al 30 aprile, con il rientro al lavoro del 10% dei lavoratori.
Una parte del personale è in lavoro da remoto, gli altri - quelli non in smart working - sono a casa con permessi e ferie degli anni scorsi. Per evitare la riduzione di stipendio nel mese di aprile per il personale che rimane a casa, l’accordo prevede che le giornate saranno a carico dell'azienda che coprirà il 100% della retribuzione.
“Non solo - afferma Massimo Civiero della segreteria Fim Cisl Belluno Treviso -: per chi andrà a lavorare in questo periodo sarà riconosciuta una maggiorazione oraria del 20%. Si tratta di un ottimo accordo che è il risultato di relazioni sindacali solide, a dimostrazione, ancora una volta, che nelle aziende in cui il sindacato è presente in maniera partecipativa e collaborativa, i benefici riguardano tutti, impresa e lavoratori, e i momenti di crisi come quello che stiamo vivendo possono essere affrontati meglio”. “Questo accordo - aggiungono Giuseppe Cosenza, Luigi Maffi e Alessandro Dal Bo, delegati aziendali della Fim Cisl Belluno Treviso - permette ai dipendenti di mantenere integro il salario e di mandare avanti la produzione, seppur con i motori al minimo".