Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Libertà di culto ancora bloccate

DAL 18 MAGGIO SI POTRANNO CELEBRARE LE MESSE

Tavolo tecnico dopo la rivolta della Cei, verso la riapertura


TREVISO - Da destra a sinistra è caccia al voto dei cattolici, e ora tutti chiedono di dare il via libera alla celebrazione delle messe. Via libera che arriverà probabilmente dal 18 maggio.
Ma il rischio di contagio in Chiesa è piuttosto alto, se solo si pensa ai contatti tra i presenti, alla comunione, e all’età media di chi va a messa.
La Chiesa è già stata identificata come luogo di contagio, ma per il 18 maggio si avvieranno dei tavoli tecnici tra l’esecutivo e i rappresentanti delle varie confessioni, per poi arrivare ad un protocollo d’intesa sulla riapertura dei riti religiosi.
Intanto dal 4 maggio si potranno celebrare i funerali, ma con solo 15 persone presenti, per evitare i contagi.
Il Papa intanto è rimasto in silenzio, e forse anche lui si sarebbe aspettato un’apertura da parte del governo, visto che aveva ricevuto Conte due settimane prima. Dalle comunità ebraiche invece arriva il messaggio “Prima la vita”, per sostenere che è meglio essere prudenti. Mentre l’Imam Pallavicini è sulla stessa linea della Cei per la riapertura dei luoghi di culto.