Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Distanze di sicurezza e celebrazioni all'aperto

VIA LIBERA ALLE MESSE DALL'11 MAGGIO

L'appello del Papa: "Prudenza e obbedienza perchè la pandemia non torni"


Via libera alla ripresa delle funzioni religiose da lunedì 11 maggio. Sarà il prete a passare di banco in banco a distribuire la Comunione ai fedeli. Se possibile, le messe saranno svolte all’aperto e ogni chiesa avrà un responsabile anti-Covid. Questo il protocollo tra Cei, governo e comitato tecnico scientifico dopo le tensioni e le critiche degli ultimi giorni. Acquasantiere sigillate, un fedele per banco, e distanze di sicurezza tra i fedeli. Le altre cerimonie riprenderanno più avanti, nel frattempo dal 4 maggio sono permesse le celebrazioni dei funerali, con 15 presenti. Per comunioni, cresime, battesimi e matrimoni si dovrà aspettare. Tempi ancor più lunghi per le feste patronali e i pellegrinaggi.
E in seguito alle tensioni tra Cei e Governo, la reazione di Papa Francesco ha spiazzato tutti andando controcorrente: "In questo tempo, nel quale si comincia ad avere disposizioni per uscire dalla quarantena, preghiamo il Signore perché dia al suo popolo, a tutti noi, la grazia della prudenza e dell’obbedienza alle disposizioni, perché la pandemia non torni", queste le parole di Bergoglio all’indomani della scelta di apertura nei confronti della comunità cattolica. Apertura su cui si erano battuti vescovi e cardinali nei giorni scorsi.
L’invito del Papa al rispetto delle regole riporta tutti all’ordine, e di fatto con la sua dichiarazione cancella anni di predicazioni rivolte al principio di indipendenza della Cei rispetto alla Santa Sede.