Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fase 2: la convivenza col virus

ZAIA: SE SALGONO I CONTAGI, RICHIUDIAMO

Il Governatore invita i veneti a comportamenti responsabili per evitare nuovi lockdown


VENEZIA - La riapertura del 4 maggio potrebbe far risalire la curva dei contagi e portare ad un nuovo picco dell’epidemia. Lo rivelano le linee guida del Comitato scientifico nazionale. La Fase due sarà la fase della convivenza con il virus, e quindi una fase piuttosto delicata. Zaia ha affermato che “Se superiamo una certa soglia di ricoveri in Malattie infettive e nelle Terapie intensive, torniamo al lockdown”. Un’apertura che in parte già esiste, specialmente in Veneto dove tantissime aziende stanno già lavorando, ma se la situazione dopo il 4 maggio peggiorerà, si tornerà alla chiusura, ad un nuovo lockdown. "E’ quindi fondamentale l’utilizzo della mascherina - ha affermato Zaia - e molto importante è mantenere le distanze di sicurezza".
L’appello di Zaia è quello del rispetto delle regole, per la sicurezza di tutti, seguito da un complimento ai Veneti e alla loro creatività, per il loro temperamento nel sapersi arrangiare e rialzare, come con le attività di take away, compreso lo spritz da asporto, con oliva e fetta d’arancia. "Cose che solo i Veneti riescono a fare", ha detto Zaia.