Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Al via il progetto per la riqualificazione dell'area

L'EX MACELLO DIVENTA RESIDENZA PER LE PERSONE IN DIFFICOLTÀ

Sarà una comunità alloggio per senzatetto


TREVISO - L'amministrazione comunale sta progettando una nuova vita per l'ex macello comunale, un'ampia area da recuperare che confina proprio con il comando dei vigili urbani in via Castello d'Amore.
Il progetto sta prendendo forma in questi mesi e l'idea è quella di di trasformare uno dei posti simbolo della prima periferia trevigiana in residenza per chi è in difficoltà o in emergenza abitativa temporanea.
Una struttura di accoglienza nell'ex Macello nei 2 stabili liberi, in quanto uno è utilizzato come archivio della polizia. Un’area di 900 metri quadrati in cui troverà posto una struttura ricettiva: ogni locale sarà dotato di bagno, cucina comune e sala ricreativa. Un progetto di riqualificazione dello stabile che aiuterà chi ha bisogno in questo momento particolarmente complicato. L'investimento previsto è di circa 1,3 milioni di euro.
«L'idea è di realizzare sedici stanze per ospitare sedici persone – ha dichiarato l’assessore Sandro Zampese - ogni locale sarà dotato di bagno, poi ci sarà una cucina comune, una sala per la televisione, una sala lettura e un ambulatorio. La struttura è pensata per quelle persone che si trovano in situazione di difficoltà momentanea. Ci sono tanti casi di cittadini che, per un qualsiasi motivo, perdono lavoro e casa e hanno bisogno di un posto dove stare. Questo struttura avrà questo obiettivo- continua Zampese - aiutare quei casi che possono essere reintegrati in società. Senza contare che con la crisi che porterà il Covid, strutture di questo genere possono tornare utili per aiutare tante persone».