Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'emergenza sanitaria ferma la corsa

ANNULLATA LA RUN FOR CHILDREN, APPUNTAMENTO AL 2021

Restano attive le iscrizioni per le donazioni all'ospedale di Treviso e a LILT-Giocare in corsia


TREVISO - L’emergenza coronavirus ferma anche la Run for Children: il prossimo 2 settembre non si correrà a Treviso la quarta edizione dell’evento solidale organizzato dall’Asd R4C. La manifestazione slitta direttamente al settembre del 2021. La data ipotizzata dagli organizzatori, per il prossimo anno, è venerdì 3 settembre.  
“Abbiamo riflettuto a lungo se andare avanti o meno con l’organizzazione della Run for Children 2020 – spiegano gli organizzatori Gian Luca Sacilotto, Fabio Simionato e Norma Pezzutto -.  Purtroppo l’emergenza sanitaria non è tale, a nostro avviso, da lasciar presupporre che un evento di questo tipo possa svolgersi in totale sicurezza. Sicurezza psicologica anche. Vogliamo che i partecipanti alla Run for Children si sentano tranquilli, felici e gioiosi, come è sempre stato e come deve essere. Il nostro interesse prioritario è la salute di tutti: la preoccupazione di non stare troppo vicini, di non potersi abbracciare, di non poter usufruire dei ristori in maniera tranquilla e quindi, in generale, l’idea che non ci sia un clima “sicuro” e rilassato al 100% ci ha fatto decidere di posticipare l’evento al 2021. Riteniamo anche eticamente corretto liberare i nostri sponsor dall’impegno per quest’anno”.
Run for Children è nata con lo scopo di raccogliere fondi per “Giocare in corsia”, l’iniziativa della LILT che dal 1994 è impegnata con quasi 200 volontari per portare il gioco nei reparti di pediatria degli ospedali di Treviso e Conegliano. L’emergenza Coronavirus aveva spinto gli organizzatori di Run for Children a diversificare gli obiettivi di solidarietà connessi all’edizione 2020: da qui, il progetto di donare il 50% del ricavato delle iscrizioni all’ospedale di Treviso, in prima fila nella lotta al Covid-19.
L’annullamento dell’edizione 2020 non sposta comunque l’obiettivo: “Le iscrizioni restano attive attraverso il portale B4RUN SERVICE, all’indirizzo www.b4run.com – aggiungono gli organizzatori della Run for Children -. Chi si è già iscritto può decidere se trasferire l’iscrizione al 2021, se richiedere la restituzione della quota, oppure se donare ora per il 2020 e, da settembre, iscriversi all’edizione 2021, facendo una seconda donazione. A settembre, chiusa idealmente l’edizione 2020, faremo comunque la donazione di quanto raccolto: metà alla LILT-Giocare in corsia e metà all’ospedale di Treviso”.     

Galleria fotograficaGalleria fotografica