Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Soprattutto ora, dare valore a senso civico e volontariato

TORNARE AD INSEGNARE EDUCAZIONE CIVICA NELLE SCUOLE

Colmellere al Governo: "Si preveda da settembre, materia fondamentale"


TREVISO - Un anno fa la Camera approvava la legge per riportare sui banchi di scuola l’educazione civica obbligatoria e curricolare. A 12 mesi di distanza, in piena emergenza coronavirus, l’onorevole veneta Angela Colmellere chiede al Governo “che si dia seguito alla legge, la cui attuazione fu rinviata all’anno scolastico 2020/21, inserendo finalmente l’educazione civica come materia di studio dagli asili alle scuole superiori”.
“Tanto più in un momento come questo – commenta Colmellere – è necessario dare valore al patrimonio di senso civico e volontariato di cui sono portatori i nostri ragazzi e cittadini. Senza il supporto di tanti volontari, a partire dalla Protezione civile e dalle associazioni delegate all’emergenza-urgenza, senza il coordinamento dei sindaci e degli amministratori locali, il Paese non avrebbe retto l’impatto di questa situazione. Come abbiamo chiesto nella legge, condivisa da tutte le forze parlamentari, è fondamentale che bambini e ragazzi conoscano in classe la ricchezza della solidarietà, della sussidiarietà e dell’alta moralità per essere pronti a dare il proprio contributo fin da subito. Spero che anche in questi giorni, durante le lezioni a distanza, non manchino occasioni per instillare negli studenti piccole ma preziose gocce di educazione civica”.
“Sarebbe stato bello iniziare questo percorso già lo scorso settembre – conclude Colmellere – ma il Governo ha preferito rinviare. Ora si diano alle scuole indicazioni chiare senza perder altro tempo. Il periodo attuale ci richiama alla necessità di percorsi di crescita improntati sulla legalità, sulla solidarietà, sul rispetto istituzionale, sulla cittadinanza attiva e sul rispetto delle norme”.