Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/337: L'INGLESE MCGOWAN RE DEL 77° OPEN D'ITALIA

Migliore degli azzurri il vicentino Guido Migliozzi


POZZOLENGO - Giunge alla 77esima edizione l'Open d'Italia, massima rassegna del golf tricolore, nonché una delle più antiche dell’European Tour. Si gioca a porte chiuse allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, splendido percorso che si estende attorno ad...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Dovranno osservare regole per la sicurezza di tutti"

RIAPERTURE ANTICIPATE, IL VENETO SOLLECITA IL GOVERNO

La richiesta: parrucchieri e bar da metà maggio


TREVISO - E’ in corso un confronto tra la Regione Veneto e il Governo per una riapertura anticipata al 18 maggio per le categorie che ancora subiscono il lockdown. La riflessione di Zaia è partita dai dati sul traffico, tornato ai livelli del 9 marzo, prima del blocco totale, ma ci sono ancora categorie produttive ferme e in sofferenza.
“Non possiamo dimenticarci di barbieri, parrucchieri, estetiste, baristi, ristoratori, negozianti al dettaglio” – ha affermato il governatore. La proposta è quella di far riaprire prima i settori che riaprirebbero come stabilito da Governo il 1 giugno.
L’appello di Zaia è sempre lo stesso, e cioè quello di rispettare le regole e le dovute precauzioni, perché se i casi aumentano e la curva dei contagi impenna, si tornerà alla chiusura per tutti. In questa fase di convivenza con il virus bisogna necessariamente continuare a proteggersi con guanti e mascherina e tenere le dovute distanze di sicurezza.