Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ipotesi di creare nuovi cinema Drive in

IL FUTURO INCERTO DELLE SALE CINEMATOGRAFICHE

Venerdì 8 maggio luci dei cinema accese per dire: "Noi ci siamo"


TREVISO - Venerdì 8 maggio 2020 durante la serata di assegnazione del 65° David di Donatello, le luci di tutte le sale cinematografiche italiane resteranno accese.
Si tratta di una testimonianza silenziosa da parte dei gestori dei cinema per poter dire “Noi ci siamo”. Quello dello spettacolo è decisamente un comparto che più di altri sta subendo gli effetti della chiusura per l’emergenza Coronavirus, e sarà tra quelli che riprenderanno per ultimi.
Le sale cinematografiche rappresentano luoghi di aggregazione che in molti casi sono diventate vere “istituzioni” nelle comunità locali.
Di riapertura delle sale in Italia si parla non prima di due mesi, mentre nel resto d’Europa, come in Spagna, si tenteranno riaperture già dal mese di maggio, per non parlare di molti paesi del nord Europa.
Prende piede nel frattempo l’idea di utilizzare spazi pubblici all’aperto: il ritorno dei drive-in stile Anni ‘50 e ‘60, possibili da realizzare, ma il cinema ha necessità tecniche e standard qualitativi ben precisi, oltre al fatto che comunque si creerebbero aggregazione e quindi assembramenti.
Sicuramente quest’estate si potrà andare al cinema all’aperto, con la distanza di sicurezzatra gli spettatori. Ma l’estate dovrà essere soprattutto l’occasione per far ripartire le sale cinematografiche, gli unici luoghi dove il cinema è cinema. Le sale cinematografiche devono tornare a vivere, così come i teatri e gli auditorium.
E per fare ciò, ci sarà bisogno di aiuto da parte dello Stato e delle Amministrazioni, per ripartire col settore cultura e spettacolo che caratterizza il nostro paese e la nostra storia.