Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Polizia locale: "Aumento dei sinistri con le riaperture"

IN BICICLETTA UBRIACO, PROVOCA UN INCIDENTE STRADALE

Pedalava con 6 volte il tasso di alcol consentito


TREVISO - Girava in bicicletta ubriaco, finendo per provocare un incidente stradale. Un 50enne di origini albanese, residente in un comune della cintura urbana, è stato denunciato dalla Polizia locale di Treviso per guida in stato di ebbrezza: l'uomo in sella alla sua bici si è scontrato, in via Santa Bona Nuova, si è scontrato con l'auto condotta da una trevigiana di 40 anni. La collisione, per fortuna, non ha avuto conseguenze. Date le condizioni visibilmente alterate del ciclista, però, gli agenti l'hanno sottoposto all'alcoltest e il responso ha più che confermato i sospetti: un tasso alcolemico di 3,54 g/l, sei volte oltre il limite di legge.
"Il soggetto ha accettato di sottoporsi al test alcolimetrico senza opporre resistenza - afferma il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo - Le risultanze non hanno lasciato dubbi sul suo stato di ubriachezza che peraltro superava di gran lunga la soglia prevista dal Codice della strada». L’individuo è stato deferito all'autorità giudiziaria e ora rischia una ammenda fino a 3mila euro e l'arresto fino a 24 mesi. Con la ripresa di molte attività lavorative, purtroppo anche la quantità di sinistri stradali è aumentata: «Dal primo marzo al 26 aprile il numero di incidenti si era quasi azzerato - nota il comandante -, con una repentina ripresa dal 27 aprile, in concomitanza con l'aumento del traffico stradale che ha raggiunto livelli dell'80% rispetto ai flussi di traffico precedenti all'emergenza Coronavirus. Ci sentiamo di rinnovare le raccomandazioni per una guida prudente rispettando le regole del Codice della Strada così da garantire la sicurezza della collettività ed evitare sanzioni".