Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Manzato: "Governo discrimina i lavoratori agricoli"

PARLAMENTARI TREVIGIANI DELLA LEGA: "NO A MAXISANATORIA DEI CLANDESTINI"

"Si pensa agli immigrati mentre milioni di italiani sono abbandonati"


TREVISO - “I lavoratori agricoli messi in ginocchio dalle scelte scellerate di questo governo: saranno gli unici a non percepire il bonus di 600 euro nei mesi di aprile e maggio e, avendone beneficiato a marzo, non potranno neppure accedere al reddito di emergenza". A lanciare l'allarme è il deputato della Lega Franco Manzato, già sottosegretario all'Agricoltura.  "Avanti di questo passo il governo giallo rosso costringerà i lavoratori agricoli ad alzare le barricate. È inaccettabile che gli agricoltori, contrariamente ad altri, vengano privati del loro bonus e che i braccianti del settore agricolo, che in media lavorano non più di 80 giornate l’anno, debbano dividersi queste giornate con clandestini magari regolarizzati come vorrebbe qualche ministro, cassa-integrati e percettori di reddito di cittadinanza", continua deputato opitergino.
Sul tema delle regolarizzazioni, oltre a Manzato si schierano anche gli altri parlamentari trevigiani del Carroccio: “In queste ore il rischio è che l’Italia venga invasa da clandestini - affermano Dimitri Coin, Angela Colmellere, Franco Manzato, Ingrid Bisa, Marica Fantuz, Massimo Candura, Sonia Fregolent e Gianpaolo Vallardi -. Le dichiarazioni dei ministri Bellanova e Provenzano confermano che per questo governo gli italiani vengono per ultimi perché la loro priorità, con tanto di minacce di dimissione, è regolarizzare centinaia di migliaia di immigrati. Conte e i suoi lasciano milioni di Italiani senza futuro: partite iva, famiglie, persone con disabilità, liberi professionisti, commercianti, agricoltori sono stati letteralmente abbandonati. Piddini e pentastellati stanno mettendo in serio pericolo la nazione: se fossimo in un Pese civile gli italiani li manderebbero immediatamente a casa”.
"È evidente che quello che prevede il “decreto maggio” non rappresenta certamente la strada per dare manforte all'agricoltura - conclude Manzato -, al contrario, il rischio sarà irrimediabile dal momento che l’attuale maggioranza non perde occasione per accanirsi con chi coltiva le nostre terre”.