Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Castelfranco Veneto, fine dell'emergenza

CENTRO ANZIANI SARTOR: NESSUN POSITIVO AL COVID 19

Tamponi effettuati a 260 ospiti e 368 dipendenti della struttura


CASTELFRANCO VENETO - Nessun ospite e nessun dipendente positivo al Covid al Centro Servizi alla Persona Domenico Sartor di Castelfranco Veneto. Questo l’esito di 628 tamponi (260 ospiti e 368 tra dipendenti e collaboratori) effettuati dall’Ulss 2 Marca Trevigiana nello screening dei centri anziani. Già ad aprile, un primo controllo col test sierologico e un tampone per i 31 positivi al test rapido si era concluso con zero positivi. Questa volta, con l’analisi dei tamponi per tutti gli ospiti e i dipendenti della struttura castellana, è arrivata nuovamente la conferma definitiva che non ci sono casi di positività al Sartor.
“Dopo il primo screening col test rapido, la task force dell’Ulss 2 ha effettuato un nuovo screening, questa volta effettuato tamponi a tutti i 260 ospiti e i 368 lavoratori che operano nella struttura del Sartor. Ebbene, i risultati hanno certificato che non ci sono casi positivi. Questo è sicuramente un grande motivo di gioia e un sospiro di sollievo per tutta la Città di Castelfranco – spiegano il presidente del Centro Sartor, Maurizio Trento, e la direttrice del Sartor, Elisabetta Barbato – la lotta al Coronavirus non è facile per i Centri di Servizio come il nostro, ma da subito ci siamo attivati con le necessarie misure restrittive e cautelative/preventive per la sicurezza e la tutela degli ospiti, in particolare con la creazione di un centro di isolamento esterno completamente separato dall'edificio residenziale, nella zona del centro diurno “Attivamente” (attualmente fermo) che è stato dotato di personale dedicato e di tutte le apparecchiature/attrezzature necessarie per l'assistenza socio sanitaria con una capienza di trenta posti letto (i lavori strutturali ed impiantistici sono stati completati nell'arco di soli 7 giorni), destinato in via prudenziale ai casi sospetti. Oggi siamo felici di poter dire che nessuno dei nostri ospiti è positivo al Covid-19 ed è un grande risultato non tanto per noi, ma per tutta la zona Castellana. Ma se l'emergenza dovesse presentarsi, siamo pronti con un piano di intervento straordinario. Ringraziamo tutti coloro che si sono adoperati per garantire la sicurezza e tutti quanti ancora continuano a supportare la struttura con strumentazione, sanificazione e dispositivi di sicurezza”.