Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/337: L'INGLESE MCGOWAN RE DEL 77° OPEN D'ITALIA

Migliore degli azzurri il vicentino Guido Migliozzi


POZZOLENGO - Giunge alla 77esima edizione l'Open d'Italia, massima rassegna del golf tricolore, nonché una delle più antiche dell’European Tour. Si gioca a porte chiuse allo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, splendido percorso che si estende attorno ad...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetto annunciato dal Ministro Spadafora

PALESTRE E CENTRI SPORTIVI APERTI ENTRO IL 25 MAGGIO

Zaia: "Linee guida dell'Inail inapplicabili"


TREVISO - Le palestre e le altre strutture sportive potrebbero riaprire dal 25 maggio. Il progetto è stato annunciato dal Ministro Spadafora. La frequentazione delle palestre prevede chiaramente dei protocolli di sicurezza. Per la ripartenza dei centri sportivi le linee guida arriveranno entro pochi giorni dal Comitato Tecnico Scientifico. E chiaramente si aprirà solo nelle regioni che avranno superato i parametri per cui si può allentare la presa. In attesa delle pagelle delle regioni che dimostrano la diminuzione o l’aumento dei contagi, il Molise, ad esempio, potrebbe entrare in quelle a rischio bocciatura.
Per Zaia le linee guida dell’Inail sono però inapplicabili. Servono regole chiare per ripartire, ha affermato Zaia, perché il virus ha già fatto perdere 50 mila posti di lavoro, posti che non si recuperano dall’oggi al domani.
“I 4 metri di distanza al ristorante - ha detto il Governatore del Veneto - sono imbarazzanti. I 5 metri tra gli ombrelloni in spiaggia? Assurdi. Possiamo farci entrare anche un camion rimorchio.”
Una battaglia serena e civile per poter decidere all’interno della Regione le proprie linee guida, come ad esempio 3 metri anziché 5 tra gli ombrelloni.
“La distanza tra i tavoli al ristorante? Potrebbe essere di 2 metri, altrimenti tanti locali non riapriranno più.” ha afermato Zaia. La crisi morde e la gente deve essere più responsabile che mai.