Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/322: EUROTOUR E CHALLENGE RIPARTONO DALL'AUSTRIA

╚ dello scozzese Marc Warren il primo successo dopo il lockdown


VIENNA - Ripartono simultaneamente dall’Austria, European Tour e Challenge Tour, con due tornei organizzati in sintonia: l’Austrian Open, la cui prima edizione si è svolta nel 1990, ha luogo sul tracciato del Diamond Country Club di Atzenbrugg, nei pressi di Vienna, e...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Progetto annunciato dal Ministro Spadafora

PALESTRE E CENTRI SPORTIVI APERTI ENTRO IL 25 MAGGIO

Zaia: "Linee guida dell'Inail inapplicabili"


TREVISO - Le palestre e le altre strutture sportive potrebbero riaprire dal 25 maggio. Il progetto è stato annunciato dal Ministro Spadafora. La frequentazione delle palestre prevede chiaramente dei protocolli di sicurezza. Per la ripartenza dei centri sportivi le linee guida arriveranno entro pochi giorni dal Comitato Tecnico Scientifico. E chiaramente si aprirà solo nelle regioni che avranno superato i parametri per cui si può allentare la presa. In attesa delle pagelle delle regioni che dimostrano la diminuzione o l’aumento dei contagi, il Molise, ad esempio, potrebbe entrare in quelle a rischio bocciatura.
Per Zaia le linee guida dell’Inail sono però inapplicabili. Servono regole chiare per ripartire, ha affermato Zaia, perché il virus ha già fatto perdere 50 mila posti di lavoro, posti che non si recuperano dall’oggi al domani.
“I 4 metri di distanza al ristorante - ha detto il Governatore del Veneto - sono imbarazzanti. I 5 metri tra gli ombrelloni in spiaggia? Assurdi. Possiamo farci entrare anche un camion rimorchio.”
Una battaglia serena e civile per poter decidere all’interno della Regione le proprie linee guida, come ad esempio 3 metri anziché 5 tra gli ombrelloni.
“La distanza tra i tavoli al ristorante? Potrebbe essere di 2 metri, altrimenti tanti locali non riapriranno più.” ha afermato Zaia. La crisi morde e la gente deve essere più responsabile che mai.