Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/315: I CIRCOLI FINALMENTE RIAPRONO

Massima attenzione, ma non c'è ambiente più salutare dei campi


MARTELLAGO - Era tempo, sono tanti i golfisti che attendevano questo momento, desiderosi di ritrovare il benessere fisico, hanno ora il morale risollevato. Questa disciplina è pronta a ripartire, meglio di tante altre, la sua pratica è essa stessa anti Covid. Non prevede...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/314 - CAMPI/26: IL GOLF CLUB AL LIDO

Agli Alberoni, il primo campo del Veneto ispirato da Henry Ford


VENEZIA - Golf al Lido, Alberoni. Parliamo del Campo di Golf che nasce nel 1928, il primo nel Veneto. Il posto dove sorge è fascinoso: una lingua di terra tra mare e laguna, un po' complicato da raggiungere. Ma qui non è applicabile il detto “per aspera ad astra”,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/313- CAMPI/25: IL GOLF CLUB DONNAFUGATA

In Sicilia, un gioiello in cerca di rilancio


RAGUSA - Un gioiello italiano del Golf in ginocchio, un’eccellenza italiana che sta scomparendo. Civico 194 di Contrada Piombo, nel Ragusano. Immerso nella macchia mediterranea, laborioso arrivarci, un angolo di Sicilia affascinante. Le terre di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo, Intriso di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione antidroga dei Carabinieri nella zona di Mogliano

ARRESTATO UN ALBANESE IN POSSESSO DI QUASI MEZZO ETTO DI COCAINA

Oltre allo stupefacente rinvenuti anche 2000 euro


TREVISO - I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Treviso, a Mogliano Veneto hanno arrestato un giovane albanese, 26 anni, per detenzione di cocaina ai fini di spaccio. La zona è quella compresa tra via Ronzinella e via dello Scoutismo. Sequestrati quasi 50 grammi di cocaina, nascosta nella camera da letto e nel garage dell'arrestato, oltre a 2 mila euro in contanti, frutto dello spaccio. Un "cliente" italiano 46enne, trovato in possesso di circa 10 grammi di cocaina, è stato denunciato a piede libero.
"L’operazione è il risultato della costante presenza sul territorio da parte della Compagnia Carabinieri di Treviso e s’inquadra nell’ambito dei controlli sempre attivi, in tema di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, anche in questo particolare periodo caratterizzato dalle restrizioni sugli spostamenti, in virtù dei provvedimenti governativi anti contagio da COVID-19", spiegano dall'Arma. In particolare, dall’inizio dell’emergenza sanitaria in atto, sono stati eseguiti altri 2 arresti per il reato di spaccio, uno in Treviso e l’altro in Mogliano Veneto, denunciati per il medesimo reato 3 soggetti nel comune di Preganziol e sequestrati complessivamente 270 grammi circa di sostanza stupefacente di varia natura.