Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/323: IL FRANCESE STALTER VINCE L'EURAM BANK OPEN

Ancora in Austria il secondo torneo di Eurotour e Challenge


RAMSAU (AUSTRIA) - Ecco il secondo dei tornei organizzati in sintonia da European Tour e Challenge Tour, che hanno ripreso l’attività dopo quattro mesi di sospensione per l’emergenza coronavirus. L’Euram Bank segue dopo una settimana l’Austrian Open, oggetto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Icona del cinema francese, aveva 94 anni

ADDIO A MICHEL PICCOLI

Se n'è andato uno dei più grandi attori di tutti i tempi


È morto per un ictus all'età di 94 anni Michel Piccoli. Attore, regista, sceneggiatore e produttore, è stato uno dei mostri sacri del cinema francese. Adorato in patria, ha lavorato con i più grandi registi europei ed è stato tra gli interpreti favoriti di Luis Buñuel, con cui ha iniziato a collaborare dal '56. Lavorò con tutti gli autori della Nouvelle Vague, da Chabrol a Godard.
Poi con Alfred Hitchcock, e con Marco Ferreri che l'ha scelto per il suo "Dillinger è morto" e il celebre "La grande abbuffata", la più formidabile esperienza di squadra della sua intera carriera, film che provocò scandalo e fischi a Cannes, in cui lavorò insieme al team del suo cuore: Mastroianni, Tognazzi e Noiret. Il riconoscimento più grande Michel Piccoli lo ottenne con Marco Bellocchio, grazie al quale si aggiudicò la Palma d’oro di Cannes quale migliore attore per il film "Salto nel vuoto" nel 1980.
Nel 2011 è stato protagonista di "Habemus Papam" di Nanni Moretti, ruolo per il quale ha vinto il David di Donatello. Se ne va un gigante del cinema e del teatro. Ciao Michel.