Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/321: COSA È SUCCESSO A FRANCESCO MOLINARI?

Il campione azzurro dovrebbe tornare in campo ad agosto


LONDRA - È troppo tempo che non troviamo in campo Francesco Molinari. L’ultima volta è stato a marzo, quand’era andato a difendere il titolo nella 54ª edizione dell’Arnold Palmer Invitational, una delle più prestigiose gare del PGA Tour. Si svolgeva al...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra 11 giorni gli esiti del progetto promosso da Comune e Casa di cura Giovanni XXIII

ESEGUITI I PRIMI CENTO TEST SIEROLOGICI A MONASTIER

Verrà effettuato uno screening sulla popolazione


MONASTIER - Eseguiti i primi cento prelievi venosi del test sierologico per l’individuazione delle immunoglobuline del Covid-19 sulla popolazione di Monastier. 1100 gli abitanti, un rappresentante per famiglia, che nell'arco di cinque giorni hanno aderito in massa all'iniziativa. I test per i cittadini sono completamente gratuiti, grazie al pagamento della quota di 10 euro per test da parte dell’amministrazione comunale e della rimanenza, 27 euro, offerta della Casa di Cura “Giovanni XXIII di Monastier”. Grazie ai dati raccolti con questa iniziativa si potrà realizzare un vero e proprio screening epidemiologico dell’intero paese, con anche una diffusione maggiore rispetto alla campagna nazionale, iniziata a sua volta ieri. A Monastier infatti il rapporto è di un residente monitorato ogni quattro, a fronte del rapporto uno a 400 per il test promosso dal ministero della Salute. Quindi l’operazione sarà utile a dimostrare quanto il virus sia circolato nel paese trevigiano. Sempre ieri mattina, alla Casa di Cura è stato attivato anche un particolare sistema di rilevamento elettronico Face Temp che, ponendo il volto davanti ad un display, individua se l'utente indossa correttamente la mascherina e misura la temperatura corporea facendo aprire in automatico la porta di accesso. In ognuno dei cinque ingressi alla struttura posizionati anche dei tappetini igienizzanti per le suole delle scarpe. Gli esiti complessivi del test sierologico "Coraggio 19" tra circa 11 giorni.