Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Smart working continuerà anche post- emergenza

TERMOSCANNER IN CAMERA DI COMMERCIO PER MISURAZIONE A TAPPETO DELLA TEMPERATURA

Al via uno studio epidemiologico con l'università


TREVISO - Due super termoscanner per una misurazione della temperatura corporea su larga scala. Verranno installati nelle sedi della Camera di commercio, in piazza Borsa a Treviso e in piazza Santo Stefano a Belluno, nei prossimi giorni. Serviranno per i dipendenti e per gli utenti degli uffici, ma potranno essere utilizzati anche da altri cittadini. Si pensa ad esempio di metterli a disposizione, grazie ad una specifica app e particolari convenzioni, anche dei negozi della zona, che potrebbero così usarli per verificare i propri clienti evitando di dotarsi di appositi strumenti. Non solo, i dati, in forma anonima, verranno elaborati nell’ambito di un progetto di monitoraggio dell’università di Padova.
La Camera si riscopre sempre più smart. Durante il lockdown, 122 dipendenti su 132 hanno lavorato in smart working, dalle proprie abitazioni. Alcuni sportelli virtuali hanno dimostrato un’efficienza anche maggiore rispetto alla versione fisica, tanto che l’esperienza potrebbe proseguire in futuro, anche una volta terminata l’emergenza Covid. In questo modo si potrebbero anche liberare spazi nello storico immobile di piazza Borsa, in vista della riqualificazione da progettare dopo il macanto trasloco alla Cittadella delle istituzioni all'Appiani.
Intanto l'ente camerale rafforza la sua azione sul fronte del sostegno all'accesso al credito per le imprese: in tre giorni, il bando per i contributi per coprire i costi per i prestiti con garanzia statale ha già raccolto 173 domande, per 430mila euro richiesti e 350mila erogabili. La dotazione del fondo, lanciatop lunedì, è di 415mila euro, ma a stretto giro verrà incrementata con un altro milione. "Non si tratta di un click day - precisa il presidente Mario Pozza - continueremo a raccogliere le domande, che verranno finanziate con la prossima variazione di bilancio". La Camera sta ricevendo anche molteplici richieste di informazioni: un segno del fabbisogno di liquidità del sistema produttivo, ribadisce Pozza: "Perchè nonostante i tanti annunci altisonanti, in concreto alle imprese è arrivato anche ben poco".
La giunta camerale ha deliberato anche lo stanziamento di tre milioni di euro per potenziare il capitale di rischio dei confidi del territorio: grazie all'effetto moltiplicatore, queste risorse di tramutano in garanzie potenziali per 24 milioni di euro, l'intero importo dei prestiti potrà così essere garantito, anche nella percentuale non rientrante nelle garanzie statali. Altri tre milioni, due dalla Regione e uno dalle Cciaa venete, invece, verranno distribuiti, a loro tramite bando, per allegerire i costi sostenuti dalle ditte per l'acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri strumenti per un rientro al lavoro in sicurezza.