Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lutto nel mondo dell'arte contemporanea

╚ MORTO CHRISTO, ESPONENTE DELLA LAND ART

Artista celebre per i suoi "empaquetage" di monumenti e isole


Si è spento per cause naturali a 84 anni nella sua casa di New York Christo, il celebre artista che impacchettava il mondo.
A settembre avrebbe dovuto impacchettare l’Arco di Trionfo a Parigi. In Italia è noto a tutti per la sua passerella sul Lago d’Iseo, la Floating Piers, opera che ha attirato nel 2016 migliaia di visitatori da tutto il mondo.
“Christo ha vissuto la sua vita al massimo, non solo sognando ciò che sembrava impossibile, ma facendolo diventare realtà. L’opera di Christo e Jeanne-Claude ha riunito le persone attraverso esperienze condivise in tutto il mondo, e il loro lavoro vive nei nostri cuori e ricordi. Christo e Jeanne-Claude hanno sempre chiarito che le loro opere in corso di realizzazione proseguiranno dopo la loro morte. Rispettando i desideri di Christo, "L’Arc de Triomphe, Wrapped" a Parigi, Francia, è ancora in pista per settembre".
Questo il messaggio che giunge dall’ufficio referente di Christo Vladimirov Javacheff, conosciuto come Christo (Bulgaria, 1935), uno degli esponenti più importanti della Land Art che dagli anni ’60 aveva scardinato le regole del mondo dell’arte con installazioni artistiche su larga scala, rimanendo un artista amatissimo fino ai giorni nostri. I progetti di Christo erano quasi sempre concepiti assieme a Jeanne-Claude, sua amata compagna di vita deceduta nel 2009. Nonostante l’età, l’artista serbava ancora un’energia e una volontà di guardare avanti che gli avevano permesso di mettere in cantieri progetti futuri: uno su tutti, "L’Arc de Triomphe, Wrapped", è cioè “impacchettato”, che verrà realizzato comunque per sua volontà. In una lettera del 1958 l’artista aveva scritto: "La bellezza, la scienza e l’arte trionferanno sempre". Un auspicio per il futuro, ma anche la sintesi della grande eredità che ci resta attraverso le sue opere e il suo ricordo.