Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/333: CON UN ULTIMO GIRO MONSTRE, JOHN CATLIN CONQUISTA L'IRISH OPEN

Out al taglio l'eroe di casa Harrington e gli italiani


IRLANDA DEL NORD - Dopo le tappe di Spagna, l’European Tour torna a nord, per la disputa del “Irish Open”, sponsorizzato da Dubai Duty Free. Si gioca nell’Irlanda del Nord, sul tracciato del Galgorm Castle Golf Club, a Ballymena. Sono tanti i professionisti di spessore, tra...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Anche a Treviso celebrato il 206° anniversario dell'Arma

CARABINIERI, 81.100 INTERVENTI IN POCO PIÙ DI UN ANNO

Tra 2019 e inizio 2020 perseguiti oltre 24mila delitti



TREVISO -
Questa mattina, nella ricorrenza del 206° annuale di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, presso palazzo “Zuccareda”, storica sede del Comando Provinciale di Treviso, il Comandante, colonnello Gianfilippo Magro e il Prefetto Maria Rosaria Laganà, hanno deposto una corona ai piedi della lapide che ricorda il Tenente dei Carabinieri Luigi Giarnieri, Medaglia d’Argento al Valore Militare, cui è intitolata la caserma. Una cerimonia semplice ma al tempo stesso significativa in cui i Carabinieri di Treviso hanno inteso commemorare i Caduti di ogni tempo.

Un anno impegnativo il 2019 e i primi mesi del 2020, quest’ultimi caratterizzati dall’emergenza sanitaria del Coronavirus, in cui le Stazioni e i Reparti dell’Arma trevigiana hanno svolto 81.100 servizi preventivi e perseguito 24.130 delitti, deferendo in stato di libertà 6.375 persone e traendone in arresto 565. Nei mesi critici di marzo, aprile e maggio sono pervenute 56.740 chiamate al 112. Al riguardo, rientra nell’ambito delle attività quotidiane delle Stazioni dell’Arma il contrasto alla violenza di genere da cui è derivata l’apertura, lo scorso giugno, nella Compagnia di Vittorio Veneto, di un ufficio dedicato alle donne vittime di violenza nell’ambito del progetto “una stanza tutta per sé”.
Le Compagnie Carabinieri di Treviso, Castelfranco Veneto, Conegliano, Montebelluna e Vittorio Veneto, in questi mesi, hanno svolto nei rispettivi territori diverse operazioni per il contrasto allo spaccio delle sostanze stupefacenti mentre il Nucleo Investigativo ha disarticolato a settembre e a giugno due bande specializzate negli assalti ai bancomat in Veneto e nelle altre Regioni del Centro e Nord Italia con l’uso di esplosivi. Inoltre, significativi interventi sul territorio provinciale sono stati condotti dei Reparti Specializzati dell’Arma presenti nella Marca: nella tutela dell’ambiente dal Gruppo CC Forestale, dal Reparto CC Biodiversità di Vittorio Veneto e dal Nucleo Operativo Ecologico, nel settore della difesa della salute dei cittadini dal Nucleo Anti Sofisticazione e Sanità, contro lo sfruttamento del lavoro dal Nucleo Ispettorato del Lavoro che ha condotto due operazioni a dicembre a Cessalto e a maggio a Roncade.
Il 2019 e i primi mesi del 2020 hanno quindi visto i Reparti dell’Arma condurre indagini impegnative coordinate dall’Autorità Giudiziaria ma anche episodi di Carabinieri in attività d’istituto e liberi dal servizio che sono intervenuti in soccorso dei cittadini che si sono trovati in situazioni di pericolo. Tra questi, sono stati premiati dai Vertici dell’Arma: il Vice Brigadiere della Stazione di Spresiano che il 13 febbraio ha disarmato in un bar un rapinatore che minacciava con un’arma la cassiera; l’Appuntato della Stazione di Pieve di Soligo che il 12 gennaio ha portato in salvo una donna dalla sua abitazione in fiamme; i militari della Compagnia di Castelfranco Veneto che il 15 aprile hanno messo in piedi una imponente ricerca di un anziano che non era più rincasato per ritrovarlo poi la mattina seguente.