Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/332: MATTEO MANASSERO TORNA ALLA VITTORIA DOPO SETTE ANNI

Il veronese si impone al Toscana Alps Open


GAVORRANO (GR) - Centoventisei concorrenti, di cui 51 italiani, erano questa settimana al Pelagone di Gavorrano (Grosseto), a disputare la 14ª edizione del Toscana Alps Open, la terza tappa stagionale dell’Italian Pro Tour. A rendere spettacolari le diciotto buche par 71 del percorso di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/331: A VILLA CONDULMER L'OPEN D'ITALIA DEGLI HICKORY PLAYERS

Il nostro inviato al torneo con i bastoni come un secolo fa


MOGLIANO VENETO - Nel Campo da Golf di Villa Condulmer si è giocato, dal 10 al 12 settembre, il secondo Open Italia degli hickory players. Si è scelto di far concludere il secondo Open Internazionale nella giornata del 12, coincidente con il 12 settembre 1925, giorno conclusivo del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/330: LO SPAGNOLO DE MORAL TRIONFA NEL TORNEO PIÙ ALTO D'ITALIA

Al Gc Cervino la seconda tappa dell'Italian Tour


BREUIL - Sul percorso del Golf Club Cervino, il campo più alto d’Italia a 2.050 metri di quota, si gioca il Cervino Alps Open, secondo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour, circuito di gare organizzato dalla Federazione Italiana Golf. La serie di tornei è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sequestrati, nel complesso, 350 chili di marijuana e 270 di coca

TRAFFICO INTERNAZIONALE DI DROGA, SGOMINATA ORGANIZZAZIONE ITALO-ALBANESE

Quattro arresti anche nella Marca da parte della Squadra Mobile


TREVISO - Sgominata un’organizzazione italo albanese che gestiva un vasto traffico internazionale di droga tra Veneto, Lombardia, Calabria e l’estero. Al termine delle indagini, durate due anni, nella Marca la Squadra Mobile della Questura trevigiana ha eseguito quattro arresti per provvedimenti di custodia cautelare in carcere e compiuto dodici perquisizioni.
L’inchiesta, diretta dalla Procura distrettuale antimafia di Padova, ha consentito di mettere in luce le ramificazioni del sodalizio criminale, legato all’ ‘Ndrangheta, attivo tra le province di Treviso, Venezia, Milano, Como, Lecco, Reggio Calabria e diversi paesi stranieri, tra cui Albania, Romania, Inghilterra e Germania,
In manette è finito anche un pluripregiudicato, di Erba, in provincia di Como, affiliato locale della famiglia malavitosa calabrese Varca- Crivaro, già domiciliato in Albania: l’uomo è accusato dell’omicidio e dell’occultamento di cadavere di Besnik Metaj, avvenuto nel Comasco. Il corpo della vittima era stato ritrovato nudo e semisepolto in un bosco, con diversi fori di proiettile in testa, chiaro indizio di un vera e propria esecuzione: con ogni probabilità un regolamento di conti per il mancato pagamento di una partita di stupefacente. Inoltre è stato notificato anche un divieto di dimora.
Alle operazioni, coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, hanno collaborato anche i Carabinieri del Reparto operativo del Comando Provinciale di Como e la Squadra Mobile di Reggio Calabria. Nel corso dell’indagine, in precedenza, erano stati stati sequestrati circa 350 chili di marijuana e 270 di cocaina, nonché sostanze dopanti ed anfetamine e arrestati in flagranza altri otto individui.

Galleria fotograficaGalleria fotografica