Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un operatore afgano ha contratto il Covid

UN POSITIVO ALLA CASERMA SERENA, PROFUGHI IN PROTESTA

I migranti non vogliono sottoporsi ai tamponi


TREVISO/CASIER - Un caso di positività al coronavirus alla Caserma Serena fa scoppiare la protesta dei migranti. Questa mattina circa 300 profughi alloggiati nell'ex complesso militare tra Treviso e Casier, da anni convertito in centro per richiedenti asilo, hanno dato vita ad una manifestazione contro l'esecuzione dei test anti- Covid.
Tutto nasce dal fatto che nei giorni scorsi un operatore afgano della struttura, rientrato dalle ferie, ha iniziato ad avvertire febbre e sintomi influenzali: il tampone ha accertato la sua positività. Come previsto, è stato così deciso di sottoporre tutti gli ospiti al controllo. Il piano di prevenzione messo a punto dall'Ulss avrebbe dovuto scattare oggi, ma gli stranieri l'hanno bloccato, temendo di dover subire una nuova quarantena e veder così bloccate le loro attività.
Per riportare la calma sono intervenute le forze dell'ordine ed è stato anche chiuso al traffico il tratto di strada che passa davanti alla caserma. Sul posto anche il sindaco di Treviso, Mario Conte, e quello di Casier, Renzo Carraretto.

Galleria fotograficaGalleria fotografica