Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/320 - CAMPI/28: IL GOLF CLUB FRASSANELLE

Buche lunghe nel verde dei Colli Euganei


ROVOLON (PD) - Inserito in una luminosa tenuta, il Golf Frassanelle esprime la raffinatezza del nobiluomo Alberto Papafava che nel 1860 creò questo parco nel comune di Rovolon, su un’altura situata all’estremità settentrionale dei Colli Euganei. L’aristocratico...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/319: SPETTACOLO CON GRANDI CAMPIONI ALL'RBC HERITAGE

Successo per Webb Simpson e il suo swing particolare


HILTON HEAD  (USA) - Spettacolo con grandi campioni, sul percorso dell’Harbour Town Golf Links, a Hilton Head nel South Carolina, per l'Rbc Heritage. Sono al via i primi sei giocatori del mondo, compreso ovviamente Jon Rahm, che la scorsa settimana è uscito al taglio, e ora...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/318: SI TORNA A GIOCARE AL CHARLES SCHWAB CHALLENGE

Riparte il Pga Tour con un field da grandi occasioni


FORT WORTH (USA) - Era tempo, i professionisti mordevano il freno! Si gioca al Colonial National Invitation Tournament, che per sponsorizzazione dal 2019 si chiama Charles Schwab Challenge. È un torneo di golf del PGA Tour, che ogni anno, a maggio, ha luogo presso il Colonial Country, a Fort...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Potente onda d'urto, ma i ragazzi stanno bene

BOMBA A MANO LANCIATA MALE: CINQUE ALPINI FERITI

Incidente durante un'esercitazione militare


BELLUNO - Una bomba a mano lanciata male è esplosa vicino ai militari facendo finire cinque alpini all’ospedale.
L’episodio è avvenuto ieri nel primo pomeriggio sulle montagne della Val d’Oten, nel comune di Calalzo. Un militare avrebbe perso l’equilibrio e così il lancio della bomba a mano che stava compiendo sarebbe finito in modo non previsto.
Gli alpini durante l’esercitazione stavano simulando la fase finale di un assalto, che prevede proprio il lancio dell’ordigno da guerra contro i nemici.
La bomba sarebbe del tipo “Srcm” detta anche “diavolo rosso”, una bomba a mano, attualmente in dotazione all’Esercito Italiano. Ma dopo essere stata lanciata male, è finita a terra esplodendo a pochi metri da alcuni alpini che sono stati colpiti dalle schegge. Tanta la paura: l’onda d’urto dopo l’esplosione è stata molto potente e lo scenario ha fatto temere il peggio.
Gli altri alpini sono subito accorsi in aiuto dei cinque compagni coinvolti nell’esplosione e colpiti dai frammenti chi al collo, chi al polpaccio. Tra i feriti c’erano anche due ufficiali comandanti. Immediata la corsa all’ospedale di Pieve di Cadore con mezzi militari. Fortunatamente le loro condizioni non erano gravi e sono stati dimessi.
 

Galleria fotograficaGalleria fotografica