Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/345 - CAMPI/29: IL GOLF CLUB PARADISO DEL GARDA

Un percorso tra il lago e il monte Baldo, per giocare nell'"empireo"


PESCHIERA - Progettato dal noto architetto americano Jim Fazio, questo prestigioso circuito golfistico è inserito sull’entroterra gardesano, comodamente adagiato sull’anfiteatro morenico del Basso Garda, costituitosi con i depositi glaciali originati dai residui trasportati due...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/344: A DUBAI LA CORSA AL TITOLO DI RE DEL CIRCUITO 2020

Doppio trionfo inglese: a Fitzpatrick il torneo, a Westwood la "Race"


DUBAI - Sono tanti i milioni in palio al DP World Tour Championship di Dubai, che ha l'onere di laureare il miglior giocatore della stagione. Si sta infatti concludendo al Jumeirah Golf Estates di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, la difficile stagione 2020 dell’European Tour, in sintonia con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/343: IL DUBAI CHAMPIONSHIP AL PARIGINO ANTOIONE ROZIER

Eccellente secondo posto per Francesco Laporta


DUBAI - Questa settimana l’European Tour era impegnato in due appuntamenti: uno in Sudafrica, il South African Open, terzo evento che si celebra lì quest’anno, l’altro Il Dubai Championship, negli Emirati Arabi. Noi seguiamo questo di Dubai, penultimo appuntamento della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appuntamento il 6-7 luglio a S. Pietro di Barbozza

LA CONFRATERNITA DI VALDOBBIADENE E LA RICERCA DEL CARATTERE DEL VINO

Impegnati 60 fra enologi e consumatori


TREVISO - Un calice di vino deve soprattutto saper soddisfare il palato. E tuttavia non basta. Oggi più che mai deve anche essere capace di esprimere appieno il suo carattere e di raccontare in modo efficace il suo territorio: per fare questo, e per riuscire a competere sul mercato, knowhow e storytelling sono fondamentali. Ne è consapevole la Confraternita di Valdobbiadene, che tra i suoi scopi fondativi ha proprio “il mantenimento e l’esaltazione delle migliori tradizioni della cultura di queste terre e la diffusione dell’educazione enologica del consumatore finale”. Questo il motivo che spinge la Confraternita a promuovere, a ogni inizio d’estate, la ricerca del carattere d’annata. Un appuntamento molto atteso: un’indagine che permette di verificare i caratteri organolettici e chimico-fisici della produzione annuale, e soprattutto il grado di affinità esistente tra produttore e consumatore. Si tratta insomma di un momento di verifica concentrica per appurare se il giudizio dei tecnici collima con il gusto del fruitore. La degustazione, alla quale sono invitati, oltre ai confratelli enologi, gli estimatori del Conegliano Valdobbiadene Docg (dai ristoratori ai sommelier, passando per i semplici appassionati), si terrà lunedì 6 e martedì 7 luglio prossimi, a partire dalle ore 18, a San Pietro di Barbozza. La ricerca del carattere d’annata impegnerà più di una trentina di enologi ed altrettanti consumatori in due distinte sessioni e riguarderà una trentina vini di altrettante cantine della Denominazione; i dieci prodotti cui sarà riconosciuta maggior piacevolezza saranno successivamente sottoposti ad una serie di approfondite analisi: “E’ importante – afferma il Gran Maestro Enrico Bortolomiol - constatare se vi è corrispondenza fra il lavoro dell’enologo e la percezione del prodotto e quale relazione intercorre tra le caratteristiche del vino e la scelta del consumatore”.