Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Chiuso il salone, mancava anche il registro dei clienti

TREVISO, SANZIONATO PARRUCCHIERE IN VIALE NINO BIXIO

Personale e clientela: tutti senza la mascherina


TREVISO - Venerdì pomeriggio il Nucleo della Polizia Commerciale del Comando di via Castello d’Amore, nell'ambito dei controlli per il rispetto dell'ordinanza regionale anti Covid-19, ha effettuato un sopralluogo in un’attività di acconciatore che opera in viale Nino Bixio. All'interno del locale, gestito da un cittadino marocchino di 22 anni residente a Oderzo, sono stati sorpresi quattro operatori tutti privi di mascherine che stavano lavorando su altrettanti clienti, tre italiani e un albanese, anche loro senza alcun dispositivo di protezione. Oltre alla totale mancanza di mascherine, il titolare non aveva alcun registro della clientela in cui vanno annotati tutti i nomi per 14 giorni.
«Di fronte a violazioni palesi e così eclatanti gli agenti hanno elevato subito la sanzione prevista di 400 euro obbligando il titolare ad abbassare subito la serranda, procedendo alla chiusura dell'esercizio per cinque giorni», spiega il comandante della polizia locale, Andrea Gallo. «Il verbale sarà trasmesso alla Prefettura di Treviso che potrà disporre una ulteriore chiusura fino a 30 giorni. Anche a carico dei clienti è stata elevata una sanzione di 400 euro per il mancato utilizzo della mascherina».
I controlli per verificare il rispetto delle prescrizioni contro la diffusione del Covid-19 sono quotidiani: «Dopo la ripresa di tutte le attività economiche qualcuno pensa erroneamente che le misure anti contagio si siano allentate», aggiunge Gallo. «Invece, è proprio in questo momento che non si deve abbassare la guardia e le verifiche come quella al parrucchiere dimostrano che l'attenzione del comando per il rispetto dell'ordinanza regionale è sempre massima per la tutela della salute di tutti. Il caso riscontrato ieri mattina è grave ma isolato. Le attività economiche di Treviso stanno osservando scrupolosamente le prescrizioni di legge e proprio per questo è necessario essere rigidi con chi invece non si adegua al rispetto delle regole, mettendo a rischio anche il lavoro fatto dagli altri esercenti».