Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/326: DOPO TREDICI MESI SI TORNA A GIOCARE UN MAJOR

Elite mondiale a confronto nell'US Championship: vince l'emergente Morikawa


SAN FRANCISCO (USA) - Torna un major dopo tredici mesi! L’élite mondiale a confronto nel primo major stagionale.Si riparte con l’US PGA Championship, la 102ª edizione. il primo Major, l’Open Championship, era saltato, per la prima volta dal 1945. Era stato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Maschio: "L'opera deve tornare, è di tutti"

CONEGLIANO: BANDITI AL MUSEO DEL CASTELLO

Trafugata una testa di marmo


CONEGLIANO - L’opera in questione era posata su una colonnina.
Il Comune ha già sporto denuncia alla Polizia contro ignoti, ma sarà molto difficile risalire all’autore del furto. L’assessore Gaia Maschio ha affermato: «Siamo dispiaciuti, forse è stato un visitatore. L’opera deve tornare, è di tutti». La scoperta del furto risale alla fine di maggio, quando durante un controllo periodico dei beni conservati in castello all’appello mancava una testa marmorea di 20X10 cm. Probabilmente si è trattato di una bravata, anche perché il valore dell’opera non è altissimo e si tratta di un pezzo di difficile attribuzione temporale. L’appello del comune di Conegliano va quindi al ladro: “Speriamo che venga restituita”.