Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/326: DOPO TREDICI MESI SI TORNA A GIOCARE UN MAJOR

Elite mondiale a confronto nell'US Championship: vince l'emergente Morikawa


SAN FRANCISCO (USA) - Torna un major dopo tredici mesi! L’élite mondiale a confronto nel primo major stagionale.Si riparte con l’US PGA Championship, la 102ª edizione. il primo Major, l’Open Championship, era saltato, per la prima volta dal 1945. Era stato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Monastier, sono 41 le onorificenze speciali

GRAN GAL└ DELLO SPORT PARALIMPICO VENETO A VILLA FIORITA

Struttura in grado di ospitare una platea di persone in assoluta sicurezza


TREVISO - Si terrà nella serata di lunedì 27 luglio, presso la prestigiosa cornice di Villa Fiorita a Monastier di Treviso, la seconda edizione del Gran Galà dello Sport Paralimpico Veneto.
Organizzato dal Comitato Regionale Veneto, l’evento comincerà alle 18:30 ed è stato fortemente voluto dal presidente Ruggero Vilnai per dare il giusto risalto alle imprese paralimpiche degli atleti della nostra regione nell’anno appena trascorso, ritenendo l’usuale ricorrenza quadriennale in occasione delle Paralimpiadi troppo rarefatta rispetto al continuo lavoro svolto dagli atleti paralimpici veneti stagione dopo stagione.
 
“Lo sport paralimpico, negli ultimi anni, è in continua crescita, non solo in termini numerici rispetto ai tesserati, ma anche relativamente ai risultati agonistici ed al continuo progresso civico e sociale sul tema dell’inclusione e dell’accettazione della disabilità nell’opinione pubblica“, afferma il Presidente CIP Veneto, Ruggero Vilnai. “Grazie alle imprese dei nostri atleti, il movimento paralimpico sta orgogliosamente contribuendo all’abbattimento di pregiudizi ampiamente superati dalla storia, e conseguentemente alla crescita culturale della nostra società in senso ampio.
Con un po’ di ritardo a causa dell’emergenza sanitaria, pur tra mille difficoltà anche quest’anno siamo testardamente riusciti ad organizzare questa seconda edizione del Gran Galà dello Sport Paralimpico Veneto, convinti più che mai della necessità di un messaggio potente come quello trasmesso dal mondo paralimpico attraverso i valori espressi quotidianamente dai suoi atleti.
Lasciatemi esprimere un grande orgoglio per questa cerimonia e per ciò che essa va a celebrare, confermando il nostro impegno a farne uno dei principali appuntamenti nel calendario annuale dello sport veneto.
Riteniamo, infatti, che onorificenze come le Stelle, le Palme, le Medaglie al Merito Sportivo ed i premi “LA VITTORIA ALATA” e “L’OLIMPO” meritino ogni anno un palcoscenico di prestigio, come segno di riconoscenza nei confronti degli atleti, delle società e di tutti coloro che si adoperano incessantemente per la promozione dello sport paralimpico e dei suoi valori.
Inoltre, quest’anno, il CIP Veneto ha voluto istituire un ulteriore riconoscimento (il Premio “ALLA CARRIERA”) dedicato agli atleti veneti che abbiano conseguito risultati straordinari nel corso della loro vita sportiva paralimpica.
Desidero infine ringraziare la Regione Veneto ed il suo Assessore allo Sport, Cristiano Corazzari, per il fattivo contributo all’organizzazione dell’evento, ed in parallelo complimentarmi con le Federazioni, le società, gli atleti, i tecnici, i dirigenti ed in particolare con i tanti volontari per l’impegno profuso”.
 
Nel corso della serata, organizzata nel pieno rispetto delle normative e dei protocolli COVID, saranno consegnate anche le “ONORIFICENZE PARALIMPICHE 2018” ed il premio “LA VITTORIA ALATA”, destinato agli atleti paralimpici veneti che abbiano conquistato un titolo mondiale o europeo nel corso della stagione agonistica 2018-2019.
Tra questi, emozioni assicurate per l’attesa assegnazione del premio al padovano di adozione Alex Zanardi, atleta-simbolo del paralimpismo alle prese in queste settimane con la sua gara più difficile, cui giungerà l’abbraccio virtuale di tutto il movimento, in attesa di potergli consegnare personalmente il trofeo quanto prima possibile.
Inoltre, verranno assegnati due prestigiosi riconoscimenti: il premio “ALLA CARRIERA - OFFCARR” ad un atleta paralimpico veneto che abbia conseguito risultati straordinari nel corso della sua vita sportiva, ed il premio “L’OLIMPO” ad una persona che si sia particolarmente distinta per l’impegno profuso nella promozione e nella diffusione dei valori del movimento.
 
A sottolineare l’importanza dell’iniziativa, la presenza istituzionale dei tanti Sindaci, Assessori e Delegati dei Comuni di origine degli atleti e dei dirigenti premiati.
“Siamo onorati di ospitare un così importante evento che vede la nostra struttura protagonista di una organizzazione in grado di ospitare una platea di persone in assoluta sicurezza – fa sapere Fabrizio Calvani Amministratore del Gruppo Sogedin Hotels di cui fa parte il Park Hotel “Villa Fiorita”. “Per venire incontro alle esigenze del Comitato c’è stato un ampio lavoro di progettazione dei luoghi tenendo conto dei distanziamenti interpersonali di 1 metro e rispettando tutte le normative anti covid-19, che mirano a salvaguardare la salute delle persone e a rendere questo evento un vero momento di festa” conclude Fabrizio Calvani.