Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/326: DOPO TREDICI MESI SI TORNA A GIOCARE UN MAJOR

Elite mondiale a confronto nell'US Championship: vince l'emergente Morikawa


SAN FRANCISCO (USA) - Torna un major dopo tredici mesi! L’élite mondiale a confronto nel primo major stagionale.Si riparte con l’US PGA Championship, la 102ª edizione. il primo Major, l’Open Championship, era saltato, per la prima volta dal 1945. Era stato...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/325: NUOVI TALENTI AZZURRI IN LUCE AL CAMPIONATO NAZIONALE OPEN

Brindano il pro Giulio Castagnara e la dilettante Caterina Don


SUTRI (VT) - Nell’ambito del Progetto Ryder Cup, l’Italian Pro Tour mette in azione i protagonisti del golf, in un circuito di gare che coinvolge tutta la nazione da nord a sud.La più longeva gara italiana, a cui negli ultimi due giorni si attacca la relativa sezione femminile,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/324: RENATO PARATORE TRIONFA AL BRITISH MASTERS

Successo azzurro al primo dei tornei britannici dell'Eurotour


NEWCASTLE-UPON- TYNE (GB) - L’European Tour riprende il suo circuito con il Betfred British Masters, primo della serie dei sei tornei denominati “UK Swing”, programmati in Inghilterra e in Galles. I sei tornei, tutti a porte chiuse, terranno impegnati i migliori golfisti europei,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Devoto di San Leopoldo, prigioniero in campo di concentramento

NONNO CESARE, 100 ANNI TRA GIOIE E RICORDI DI GUERRA

Festa con fuochi d'artificio per Cesare Scapinello a Castelminio di Resana


TREVISO - 100 anni e il racconto, come fosse ieri, di quei momenti indelebili della  guerra, la sofferenza nel campo di concentramento ad Algeri,  la fame che costringeva lui e i suoi compagni a mangiare animali che ci inorridiscono solo a guardarli.
Nonno Cesare Scapinello domenica 19 luglio ha raggiunto il secolo di vita.
È stato festeggiato dai cinque figli e dai 22 tra nipoti e pronipoti.
Presenti anche il sindaco Stefano Bosa e il parroco di Castelminio di Resana Don Enrico Cavallin che ha impartito la benedizione.
A nonno Cesare è arrivata anche una lettera di auguri da parte del presidente Luca Zaia, letta dal primo cittadino di fronte ad amici e parenti che sono arrivati a Castelminio di Resana (TV) per festeggiarlo, anche con i fuochi d’artificio. 
Con lui anche la moglie Giulia 94 anni; 70 dei quali passati insieme al suo Cesare. Non sono mancati i momenti di tenerezza, come il bacio sotto quelle tre cifre rivestite di palloncini tricolori simbolo di un traguardo invidiabile.
Nonno Cesare, sempre con i dovuti distanziamenti, ha voluto ancora una volta  ricordare i momenti della sua giovinezza caratterizzati dalle tante sofferenze della guerra ma anche da tante gioie come quando prima di partire per il fronte andò da San Leopoldo, a Padova; si fece confessare e si fece dare un consiglio per ritornare sano e salvo dalla guerra. Il Santo gli disse di fare quello che gli veniva impartito dai superiori. E nonno Cesare seguì i  consigli di San Leopoldo tant'è che quando rientrò dalla guerra, prima di tornare a casa, andò a salutare a Padova il frate cappuccino che ancora oggi è il protettore suo e di tutta la sua famiglia.