Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE GI GOLF/354: VA A DECHAMBEAU IL TORNEO DEDICATO AD ARNOLD PALMER

Molinarii, vincitore nel 2019, non supera il taglio


FLORIDA (USA) - Continua la corsa in Florida del PGA Tour. Il torneo in atto a Orlando, è l’Arnold Palmer a invito, in cui il nostro Francesco Molinari è il protagonista, tra i più prestigiosi. Una gara che l’azzurro ha già vinto nel 2019, dopo una hole in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/353: UOMINI & DONNE, SETTIMANA DI GRANDI TORNEI

Si sono giocati Wgc e PortoRico Open e Gainbridge Lpga


STATI UNITI - Questa settimana il PGA si sdoppia, mette in campo il World Golf Championships a Bradenton in Florida, e il Puerto Rico Open a Rio Grande in Porto Rico. Oltre a questi due, ad attrarre l’attenzione c’è il secondo evento stagionale del massimo circuito americano...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/352: FINALE A SORPRESA AL GENESIS, HOMA VINCE AL SUPPLEMENTARE

Il beniamino di casa supera all''ultimo giro Burns, sempre in testa


LOS ANGELES (USA) - Era alla 95esima edizione questo torneo del PGA Tour, a cui hanno partecipato ben otto tra i migliori dieci giocatori al mondo. Si è disputato al Riviera Country Club, nel Temescal Gateway Park, situato entro i confini della città di Los Angeles; un territorio...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Devoto di San Leopoldo, prigioniero in campo di concentramento

NONNO CESARE, 100 ANNI TRA GIOIE E RICORDI DI GUERRA

Festa con fuochi d'artificio per Cesare Scapinello a Castelminio di Resana


TREVISO - 100 anni e il racconto, come fosse ieri, di quei momenti indelebili della  guerra, la sofferenza nel campo di concentramento ad Algeri,  la fame che costringeva lui e i suoi compagni a mangiare animali che ci inorridiscono solo a guardarli.
Nonno Cesare Scapinello domenica 19 luglio ha raggiunto il secolo di vita.
È stato festeggiato dai cinque figli e dai 22 tra nipoti e pronipoti.
Presenti anche il sindaco Stefano Bosa e il parroco di Castelminio di Resana Don Enrico Cavallin che ha impartito la benedizione.
A nonno Cesare è arrivata anche una lettera di auguri da parte del presidente Luca Zaia, letta dal primo cittadino di fronte ad amici e parenti che sono arrivati a Castelminio di Resana (TV) per festeggiarlo, anche con i fuochi d’artificio. 
Con lui anche la moglie Giulia 94 anni; 70 dei quali passati insieme al suo Cesare. Non sono mancati i momenti di tenerezza, come il bacio sotto quelle tre cifre rivestite di palloncini tricolori simbolo di un traguardo invidiabile.
Nonno Cesare, sempre con i dovuti distanziamenti, ha voluto ancora una volta  ricordare i momenti della sua giovinezza caratterizzati dalle tante sofferenze della guerra ma anche da tante gioie come quando prima di partire per il fronte andò da San Leopoldo, a Padova; si fece confessare e si fece dare un consiglio per ritornare sano e salvo dalla guerra. Il Santo gli disse di fare quello che gli veniva impartito dai superiori. E nonno Cesare seguì i  consigli di San Leopoldo tant'è che quando rientrò dalla guerra, prima di tornare a casa, andò a salutare a Padova il frate cappuccino che ancora oggi è il protettore suo e di tutta la sua famiglia.