Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/336: SCOTTISH CHAMPIONSHIP NEL SEGNO DI ADRIAN OTAEGUI

Il basco travolge gli avversari con un gran giro finale


FIFE (SCOZIA) - Questo evento di Scozia è a ridosso del 77° Open d’Italia, in programma dal 22 al 25 ottobre, al Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo (BS). Molti dei giocatori che sono in gara qui, parteciperanno poi all’ Open d’Italia. Nel field troviamo...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/335: FRANCESCO MOLINARI TORNA IN CAMPO IN NEVADA

Il torinese, però, esce al taglio, vince Martin Laird


LAS VEGAS (USA) - Dopo una pausa di sette mesi, Francesco Molinari torna in campo. Lo fa con lo Shriners Hospitals for Children Open, sul tracciato del TPC Summerlin, a Las Vegas in Nevada. Si era fermato il 12 marzo, quando il The Players Championship era stato bloccato per l’emergenza...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/334: AL GOLF CLUB LIGNANO IL CAMPIONATO AIGG

L'appuntamento clou della stagione dei giornalisti golfisti


LIGNANO - Il Campionato individuale è notoriamente l’appuntamento più importante della stagione per i membri dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti (AIGG). Nel 2020, condizionato dal Covid 19, sono saltati molti incontri, rivestiva quindi particolare spessore...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Esposte 102 opere tra 800 e 900', più biblioteca e archivio

FONDAZIONE CASSAMARCA SVELA I SUOI TESORI D'ARTE

Da lunedì visitabile il nuovo museo a Ca' Spineda


TREVISO - Treviso ha un nuovo museo in più. Fondazione Cassamarca apre le porte di Ca’ Spineda, sua sede di rappresentanza per esporre i tesori delle sue collezioni d’arte.
102 tra dipinti, disegni e acqueforti, alcuni noti per essere stati prestati a prestigiose istituzioni, dal Louvre al d’Orsay, ma molti mai usciti dai caveau o dagli uffici privati. Da lunedì potranno ora essere ammirati da trevigiani e visitatori, in un itinerario nella migliore pittura veneta tra Ottocento e Novecento (visite su prenotazione, in orario d'ufficio).
Giorgio Fossaluzza, storico dell’arte, professore all’università di Verona, ha curato l’esposizione permanente,
Ecco allora Guglielmo Ciardi, e i figli Beppe ed Emma, Pietro Fragiacomo, Luigi Serena, Aldo Voltolin, Giulio Erler, Juti Ravenna, Giovanni Barbisan, Nando Coletti, fino a Mariano Fortuny e Lino Bianchi Bariviera.
Negli ottocento metri quadri di allestimenti sviluppati tra il mezzanino e il piano terra, a cura degli architetti Gianfranco Trabucco e Guido Jaccarino, trovano posto anche una biblioteca di circa diecimila volumi e 110 metri lineari di archivi storici.
Il progetto è stato fortemente voluto dal presidente di Fondazione Cassamarca, Luigi Garofalo. L’anteprima è avvenuta all’indomani della scomparsa dello storico presidente Dino De Poli. Bandiere a mezz’asta sulla facciata del palazzo, ma lui per primo non avrebbe voluto rimandare, dicono da Ca’ Spineda.
Quella esposta, peraltro, è solo una parte del patrimonio artistico e culturale della Fondazione: una serie di mostre temporanee sveleranno altre opere e i restanti volumi dell’imponente biblioteca troveranno sistemazione tra Ca’ Zenobio e Ca’ dei Carraresi.